La catalogazione delle stufe è solo burocrazia

Durante le stagioni fredde si fanno accendere le stufe di casa (fornasele) e la loro alimentazione, oltre alla legna, può adattarsi a qualsiasi altro rifiuto, tanto che la stufa segretamente viene chiamata un mini inceneritore... Basta girare nei paesi, di buon mattino, e si notano i camini fumanti di fumi di vari colori: dal nero – che fa intuire che il camino andrebbe pulito – ad altri colori, come celeste, grigio, ecc... Nessuno però che assomigli al fumo bianco delle caldaie a metano... Seppur in misura minima per camino, l’inquinamento alla fine, sommando i camini, è peggio della ciminiera di una fabbrica. Stesso discorso quello che inquinano tante macchine vecchie: come l’unico tubo di scarico di una nave da crociera o da trasporto materiale; senza pensare a tutti gli aeroplani che girano sopra le nostre teste; sono veramente tanti e sempre in aumento... Ma la gente si lamenta solo della fabbrica... (una signora che conosco bene, furba come la volpe, nella fornasela ci mette anche le bottiglie di plastica, i cartoni del latte, ecc.). Rif. 8590.

Risposta
La catalogazione delle stufe è solo burocrazia

Ci catalogano caldaie e stufe, mentre le tipiche fornasele ne fanno di cotte e di crude; ci fanno fiumi di grappa, inceneriscono i cari rifiuti... Ma le fornasele non vengono catalogate mai... Dulcis in fundo, dal Governo giunge il contributo «conto termico» a chi demolisce, certificandola, una vecchia fornasela o fornello, viene erogato un valore di circa 1000 euro monetizzabili, oltre al rimborso fiscale in 10 anni del 65% su acquisto di quella nuova... Se poi un cliente non ha la stufa da demolire certificata, va su Bazar ne cerca una a pochi soldi, la porta dal tecnico che «gli certifica la demolizione presso un crz ed ecco che si porta a casa i vantaggi...». Nel catalogare e mettere un’etichetta alle caldaie esistenti non c’è niente di chiaro: tutte le regole sono frammentarie; sembra che debbano essere controllate ogni anno, o ogni due anni, fatto sta che la mia caldaia appena messa a norma con etichetta ha 15 anni e il tecnico mi ha detto che era pulita... È che la catalogazione è solo burocrazia... Rif. 8588.
Rispondi a questo messaggio