Che tristezza veder trionfare quest’assurda forma di proibizionismo!

Che tristezza veder processare un anziano che si è curato con la cannabis coltivata in casa! Che tristezza sentire l’assessore Zeni dire che la cannabis si vende in farmacia e noi (non lui, ma noi cittadini,sia ben chiaro) integriamo la spesa che i malati sostengono. Che tristezza veder trionfare quest’assurda forma di proibizionismo! Adesso che nessuno ha la faccia tosta di negare gli effetti terapeutici della cannabis, chi ci governa cerca di mantenere in piedi il proibizionismo facendo ricadere sui cittadini la spesa per l’acquisto in farmacia. Se lo Stato rimborsa 1000 euro a un milione di malati ogni anno, avremo una spesa di un miliardo di euro. Soldi gettati nelle tasche delle multinazionali e dei farmacisti con la violenza della legge! Le multinazionali del tabacco gioiscono e se ne fregano se le loro sigarette fanno morire ogni anno milioni di persone. Sarebbe triste scoprire che chi vende tabacco vende anche cannabis nelle farmacie. Viviamo nel Paese in cui dominano i Robin Hood al contrario: rubano ai poveri per arricchire sempre più i ricchi. E questa la chiamano democrazia! Rif. 8582.
Rispondi a questo messaggio