La «guerra» scatenata dalla ministra Lorenzin

Secondo una stima recente dell’Istituto Superiore della Sanità, 7000 pazienti muoiono ogni anno in Italia per infezioni contratte negli ospedali o negli ambulatori (il doppio dei morti sulle strade). Nei Paesi dell’UE muoiono d’infezione 25000 pazienti in totale. Le infezioni ospedaliere sono 500000, quindi parecchi riescono a salvarsi... Chiedo scusa per l’ironia, ma se penso alla guerra scatenata dalla ministra Lorenzin per rendere obbligatorie le vaccinazioni atte a impedire (non sempre) che dieci o venti persone muoiano ogni anno di morbillo o di meningite, mi vien da ridere. Non sarebbe stato meglio scatenare una guerra per impedire che 7000 pazienti muoiano ogni anno per mancanza di sterilità? Chi si sarebbe opposto a una simile lodevole iniziativa? Badate bene: sono favorevole alle vaccinazioni, ma critico la Lorenzin (priva di una laurea come si usa oggi nei partiti guidati da gente capace e preparata)) per il modo con cui ha voluto affrontare il problema. Voleva togliere la patria potestà ai genitori contrari alle vaccinazioni! E il fatto che la legge sia stata cambiata non cancella l’irresponsabiltà di chi l’ha proposta. Ve l’immaginate centomila bambini strappati ai genitori disobbedienti? Rif. 8594.
Rispondi a questo messaggio