>>>Bazar n.46 del 26 novembre 2015

MESSAGGI DI RISPOSTA

Qualche giorno dopo vengono a farti visita...

Ogni mattina, al parcheggio vicino al capolinea della linea 7, dientro all’ospedale S. Chiara, ci sono extracomunitari di ogni risma che si improvvisano parcheggiatori. E quando vedono le forze dell’ordine (polizia, carabinieri, vigili) scappano in cima agli scalini della fermata del treno della Valsugana. Il comune di Trento ne sa qualcosa...? Rif. 6586.
Rispondi a questo messaggio

Queste segnalazione le devi fare alle forze dell’ordine, cosi eviti di tornare alla sera al posteggio e vedere cumuli di vetri per terra, segno che i posteggiatori abusivi mentre aiutano vedono cosa c’è in auto di tanto interessante... Rif. 6592.
Rispondi a questo messaggio

Basterebbe che nessuno di noi desse più un euro a questi parassiti: si estinguerebbero da soli. Vale la stessa cosa per i questuanti. Purtroppo ci sono ancora molte persone ingenue che li foraggiano pensando che siano dei bisognosi. Fate due conti e capirete che questi, ogni giorno, si portano a casa una specie di stipendio esentasse. Rif. 6593.
Rispondi a questo messaggio

Ma certo che il Comune di Trento lo sa! Se provi a telefonare ti porranno queste tre quesiti: 1. È stata molestata? 2. È stata insultata? 3. Le hanno fatto danni al mezzo? Se le risposte sono «no» la controparte ti dirà «Allora gentile signora/e in assenza di questi tre elementi noi non possiamo farci niente!» Dunque è logico che il Comune lo sa! E sa anche dei finti invalidi accasciati sotto la colonnina Aci-parking, all’entrata dei poliambulatori Crosina, che aspettano a mani tese il resto della macchinetta... Rif. 6594.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Qualche giorno dopo vengono a farti visita...

Esatto, le tue sono parole sante! Girano tra le macchine, e ci mettono un attimo a prendere la targa. E qualche giorno dopo vengono a farti visita... Rif. 6634.
Rispondi a questo messaggio

Rifiutiamo ogni giorno di vedere l’altro lato sulla medaglia

A parte che al cimitero non ci si va solo il primo di Novembre, quando sembra una fioreria a cielo aperto, ma non capisco perché andare sulla tomba di persone che hanno già iniziato una nuova vita altrove. Quel corpo sepolto è solo un contenitore vuoto. La parte più importante, cioè la parte spirituale lo ha già abbandonato, e si è incarnata in una nuova vita su questo pianeta, o in un’universo parallelo. Perchè piangere quando quella persona è dunque già risorta e ha iniziato una nuova esistenza migliore di questa? Non è forse per questo che veniamo al mondo? Continuare ad incarnarci in una nuova vita fino a raggiungere la perfezione. Cioè l’Illuminazione. Essere un tutt’uno con l’universo. Anzichè essere tristi dovreste essere felicissimi per quella persona. Siamo esseri spirituali, che fanno esperienza di vita materiale! Rif. 6588.

Quel corpo sepolto, che per lei è solo un contenitore vuoto, per tante persone è TUTTO! Mi viene comunque da pensare a certi contenitori vuoti sepolti da corpi vivi... Rif. 6590.


Risposta
Rifiutiamo ogni giorno di vedere l’altro lato sulla medaglia

Il mio pensiero trova conferma nella sua affermazione. Non metto in dubbio il valore umano del defunto per moltissime persone, lei compresa. E non volevo offendere la memoria di nessuno. Ma la realtà che lei mi conferma è che il 99.99% delle perone è attaccato al mondo materiale in maniera ossessiva. Abbiamo paura della Morte: questa è la realtà. Guardiamo i due lati della medaglia di ogni cosa nella vita. Bello-brutto, dolce-amaro, bravo-cattivo, ecc... Lo Yin e lo Yang in poche parole. Ma rifiutiamo ogni giorno di vedere l’altro lato sulla medaglia della vita... Cioè la morte. Rif. 6642.
Rispondi a questo messaggio

La maggior parte di preti anglicani o protestanti è sposata

Preti? Mi affido di più, conoscendoli, a preti con tendenze omosessuali, piuttosto che preti da telenovela, tipo «Uccelli di rovo» e preti che vengono a casa a trovare le ragazze sole, conoscendone le sue doti da consolatori e e la debolezza del gentil sesso. Preferisco i preti gay, come i giornalisti e politici gay del mio amato Trentino, che vivono dietro le quinte ma ci sono... Rif. 6569.
Rispondi a questo messaggio

Se si vuole aprire un dibattito sui preti, lo si può chiudere subito prima di aprirlo, perché basta andare a fondo nella realtà storica, e vedere in effetti cosa è stato il Concilio di Trento... e quanta immondizia ha portato nei palazzi Conciliari della città, da parte di altri prelati, cardinali ecc... Prima di commentare, documentatevi e andate a vedere cosa succedeva al Castello del Buonconsiglio o al Palazzo delle Albere per iniziativa dei Giannizzeri... Forse non sapevate che per allietare le stanchezze dei lavori di questi poveri e indefessi difensori della fede, a Pergine Valsugana ed a Riva del Garda, erano stati aperti appositamente due bordelli... Per rallegrare le loro notti! E al mattino, all’apertura del concistoro, molte volte bisognava attendere a lungo, perché mancava il numero legale... In quanto le assenze erano dovute al rincoglionimento della loro notti brave... E non aggiungo altro. Documentatevi prima di fare commenti contrari... Quindi senza tirar ballo! Torquemada e la Santa Inquisizione, i preti a mio avviso dovrebbero essere relegati all’Isola di Ponza! E siano cortesi gli abitanti: non me ne vogliano! Rif. 6579.
Rispondi a questo messaggio

Io preferirei non dover sapere quale sia l’orientamento sessuale di nessuno. Non dovrebbe essere un elemento da prendere in considerazione per la scelta di un confessore, di un medico, di un amico, di un giornalista. In sostanza dovrebbero tenere le mani a posto a priori! Rif. 6589.
Rispondi a questo messaggio

Beh, se alla fine ben ci pensiamo, tolta la divisa, sono uomini pure loro... Ci sono preti anche in Trentino che hanno figli... Guardiamoci allo specchio e cerchiamo di non essere ipocriti: noi senza la nostra divisa, o fuori dalle incombenze di lavoro, ci comportiamo sempre bene? Poi di questi tempi, meglio goderci la vita... Rif. 6597.
Rispondi a questo messaggio

Ma l’essere prete non dovrebbe essere considerato un lavoro, bensì una vocazione! Se vuoi fare il prete rinunci a tante cose che per un laico sono normali! Questa è una grossa differenza! Rif. 6628.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
La maggior parte di preti anglicani o protestanti è sposata
Sono uomini pure loro. Se poi si confrontano col resto del mondo, la maggior parte di preti stranieri, anglicani o protestanti, è sposata e con famiglia... Rif. 6637.
Rispondi a questo messaggio

Mamma e papà si accontentano, i figli no

Chi comanda in casa oggigiorno? Purtroppo i figli, e lo si vede dalla tecnologia: genitori costretti a cellulari obsoleti, e i figli con Apple ultimo modello, che ha dei costi da brivido, eppure, ripeto, comandano i figli, con il motto... «Io voglio quel modello e lo ottengo...» Rif. 6609.
Rispondi a questo messaggio

Spero proprio che questa cosa succeda solo a casa tua. Da me la suonata è diversa: dipende da come uno riesce ad educare i propri figli... Rif. 6614.
Rispondi a questo messaggio

Genitori pappemolle che non sono capaci di dire di no ai figlioletti? O genitori incapaci pure loro di stare senza l’ultimo modello di Apple? Rif. 6615.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
La moda impone ai ragazzi di andare in giro senza calzini

Basta vedere cosa accade con la moda, seguita persino dei ragazzini; la crisi ha tolto soldi alle famiglie e ora che fa freddo ed è inverno, i teenagers girano senza calzini... Sarà moda, o mancano i soldi per vestire i figli oppure a casa tua escono con i calzini e li levano quando sono tra la gente... Un giorno la moda deciderà di mandar tutti in giro nudi, sara la volta buona che si vedrà ciò che sempre si spera di vedere... Rif. 6638.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Mamma e papà si accontentano, i figli no

Solo un cieco non le vede queste cose: i genitori si accontentano, ma i figli ...mai. Ogni anno scolastico, i media lamentano che la scuola costa molto, fra libri, quaderni, ecc....Ma l’abbigliamento, gli zainetti di marca, la paghetta, le sigarette, il cellulare ultimo modello, queste doti agli alunni non dicono che costano... Rif. 6639.
Rispondi a questo messaggio

Adesso si chiamano «operatori ecologici»

Al signore che sabato 10, alle 11 circa, a Vattaro, in via Doss del Bue, con una macchina nera tipo SUV targata DC.... ha gettato nel bidone del compost un sacchetto di plastica: dico solo che la prossima volta non scriverò alla Terza Pagina di Bazar, ma girerò le fotografie (che ho scattato...) alle autorità competenti. Rif. 6545.
Rispondi a questo messaggio

Beh, io sono della Val di Non, ma anche qui ci sono persone (spesso italiani) che buttano di tutto nell’umido per risparmiare qualche euro. L’educazione civica oramai è un optional e la tua risposta lo conferma. Rif. 6620.
Buono a sapersi che a Vattaro ci sono gli sceriffi nascosti o gente che non avendo nulla da fare si fa i cazzi altrui... Non sta nar a Vatar se no te gai da far, ma a buttar le carte io ci vado, cosi il comune da lavoro a uno spazzino, anzi ringraziatemi... Rif. 6563.
Rispondi a questo messaggio

Ti sembra di essere un eroe, a far foto e denunciare? L’ho fatto pure io, una volta nel vedere un fattaccio disonesto, ma il tipo fotografato mi ha denunciato, per la legge della privacy, e purtroppo ha vinto la causa e sto ancora pagando. Mia moglie mi ha poi detto... «impara a farti i cazzi tuoi... che altrimenti devi venderti la casa per pagare le tue foto...» Rif. 6562.
Rispondi a questo messaggio

Purtroppo la gente non ha ancora capito una cippa sulla differenziata (o non vuol capire); a casa mia, nell’organico buttano il sacchetto di carta. Dentro a quello di nylon che si usa al supermercato e nella carta buttano il tetrapack, perchè si chiama «cartone» del latte... Rif. 6564.
Rispondi a questo messaggio

Per me nessun problema di denuncia. Ho la targa dell’auto e la foto del sacchetto con dentro residuo di tutti i tipi. Se rivedo quel signore incivile (che si è ben guardato intorno prima di buttare le proprie cose) fare lo stesso vado a fare denuncia senza problemi. Rif. 6580.
Rispondi a questo messaggio

Farò molta attenzione qualora passassi da quel paese, che da oggi ha uno sceriffo in più. Gradirei conoscerti e capire se tu quando fumi non getti mozzicone e cenere per terra, o pacchetto e carte ddelle sigarette, o carte di caramelle, o fazzoletti da naso, ecc.. Dato che per essere così impeccabile e rispettoso dell’ambiente, dovresti essere uno sceriffo che dà a tutti il buon esempio... Rif. 6598.
Rispondi a questo messaggio

Devi essere lo stesso che l’altra volta ha scritto che va bene buttare le cose a caso, così si dà lavoro agli spazzini. Tutto ciò che hai descritto come “essere impeccabile e rispettoso dell’ambiente” dovrebbe essere la normalità di tutti, non l’eccezione di chi vuole fare lo “sceriffo che dà il buon esempio”. Personalmente non getto nemmeno le ciunghe per terra e tutti i miei amici, a forza di essere ripresi, ora stanno attenti a buttarle nel cestino anche loro. Si tratta semplicemente di avere un po’ di educazione e di buon senso... Cose che, evidentemente, tu hai lanciato per strada assieme alle tue luride immondizie. Rif. 6621.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Alla Befana non lo prendi il numero di scopa?

In via Doss del Bue, a Vattaro, c’è un hotel che frequento spesso. Mi sa che se vogliamo beccare lo sceriffo è meglio cambiare hotel e paese. Tu hai scritto che grazie a te anche i tuoi amici non buttano più nulla ovunque; grazie a te, altrimenti, dipendesse da loro, se ne fregherebbero. Lo fanno solo in tua presenza. Io invece che ben ci vedo, noto che una stalla di città come Trento, ad esempio, zona Bolghera (ospedale) vien pulita tutti i giorni e ogni nuovo giorno è devastata da cartacce, pacchetti di sigarette, lattine e bottiglie, e gli operatori puliscono e non rompono come te... Chiederò alla Befana di passare in via Doss del Bue a seminare cartacce, a quella non lo prendi il numero di scopa. Rif. 6640.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Adesso si chiamano «operatori ecologici»

Non si chiamano più spazzini, bensì operatori ecologici. Sono coloro che spazzano le strade. Te lo dice uno che lo ha fatto per 41 anni e che il 31/12/2015 va in prepensionamento! Rif. 6641.
Rispondi a questo messaggio

Non vanno nemmeno a trovare i genitori anziani e malati

Vedo ogni giorno tantissimi genitori che non hanno la più pallida idea di che cosa voglia dire essere genitori. Mettono al mondo figli solo perché è una cosa «normale». Perché lo fanno tutti. Ma neanche lontanamente immaginano cosa vuol dire essere genitori. Rif. 6607.
Rispondi a questo messaggio

Sarà anche vero, ma almeno mettono al mondo figli. Io vedo molte coppie di giovani che al posto dei figli girano con i cagnolini al gunzaglio. Dopo ci lamentiamo che siamo la popolazione più vecchia d’Europa. Rif. 6618.
Rispondi a questo messaggio

Io penso che prima di fare i genitori sia importante imparare a fare i figli; e solo dei bravi figli possono diventare dei bravi genitori! Quanti sono i figli che sbattono i genitori anziani al ricovero, perché diventa una «briga pensare loro», adesso che non servono più e sono solo di peso! Se così non fosse, non servirebbe fare una lunga lista d’attesa per entrare in un ricovero, perché molti genitori potrebbero essere tenuti in famiglia ed amorevolmente curati. Rif. 6619.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Non vanno nemmeno a trovare i genitori anziani e malati

Guarda che di genitori sbattuti nei ricoveri da figli irriconoscenti ce no sono a bizzeffe. Il fatto è che delle volte stanno meglio lì perché per lo meno sono assistiti e non vivono isolati. Ci sono delle situazioni in cui pare chiaro che fino a che si è potuto spremere lo si è fatto senza tanti scrupoli poi basta un semplice acciacco che figli, nipoti e parenti vari scompaiono dalla faccia della terra e se ne lavano beatamente le mani. Figli che non rinunciano alle scampagnate in bici, alla palestra, alle visite guidate dei circoli ricreativi, ai weekend passati a zonzo con il camper, che hanno la L. 104 per i propri comodi e che non vanno nemmeno a trovare i genitori anziani e malati perché la cosa non è fattibile con i loro impegni. Se queste persone lasciano passare questo messaggio ai propri figli, immaginiamoci come sarà la loro vecchiaia. Rif. 6643.
Rispondi a questo messaggio

Meglio Mediaset che non fa pagare canoni e offre servizi gratis

Girano voci riguardo al nuovo canone Rai pagabile tramite bolletta elettrica. Finisce dunque l’era delle scappatoie, di chi non paga. Una tassa assurda, nonostante la Rai fornisca tutto sommato un buon servizio (a parte l’eccesso di sangue, armi e odio in prima serata)...Avanti tutta e speriamo che paghino tutti... Rif. 6629.

Risposta
Meglio Mediaset che non fa pagare canoni e offre servizi gratis

Campa cavallo che l’erba cresce! Ma cosa credi, che basta mettere il canone in bolletta perchè lo paghinio tutti? Ma se c’è gente che non paga acqua, gas e luce in quanto ci pensa il Comune per loro... Non vuol dire, forse, che anche il suddetto canone è sul groppone di tutti? Per quanto mi riguarda la RAI dovrebbe scomparire dalla faccia della Terra o per lo meno equipararsi a Mediaset che non fa pagare canoni e offre servizi e programmi gratis. Certo c’è la pubblicità (che è l’anima del commercio!) ma anche la RAI ce la propina, ma ce la fa pagare; Mediaset no! Rif. 6635.
Rispondi a questo messaggio

NUOVI MESSAGGI

Madrano: : facevamo volentieri a meno di quell’assurdo semaforo

Al Sindaco di Pergine. Aspettiamo con urgenza il ripristino dell’asfalto nella stretta di Madrano! Asfalto pieno di buche pericolose, per pedoni, ciclisti e automobilisti. Facevamo volentieri a meno di quell’assurdo semaforo che non serve a nulla se non ad appestare l’aria con sostanze tossiche e a creare code inquinanti che prima non c’erano. (Potevate metterlo dove c’è chi rischia la vita tutti giorni per uscire di casa!) Passato il periodo in cui avete fatto il discutibile «porta a porta» per accaparrarvi qualche voto con altrettanto discutibili promesse, ora che siete stati eletti... noi siamo messi peggio di prima! Siamo tutti scontenti. Rif. 6645.
Rispondi a questo messaggio

Non sarebbe il caso di ridiscutere l’evento?

Come le forze dell’Ordine si preparano ai grandi eventi, come il Giubileo, pure gli estremisti avranno collaboratori per preparare una carneficina di fedeli. Non sarebbe il caso di ridiscutere l’opportunità di tenere questo importante evento? Rif. 6646.
Rispondi a questo messaggio

Perché le notizie sulla TAV trentina non vengon divulgate?!

Da giorni ormai la strada delle Novaline è chiusa al transito per via del presidio alle trivelle di carotaggio per la Tav. Incuriosito dalla cosa cerco sul web quale sarebbe il percorso preciso che tale opera avrà nel nostro Comune: ci credete che non sono riuscito a trovare nulla? Possibile che notizie su un’opera così importante e impattante vengano tenute praticamente segrete? Se siete così convinti che la Tav sia utile, geniale e indispensabile perchè non rendete pubblico nulla? Qualcuno mi sa dare notizie in merito? Rif. 6650.
Rispondi a questo messaggio

«Per mia colpa, mia grandissima colpa»

La liturgia delle nostre messe prevede che verso l’inizio si dica: «Per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa». Una frase che sta echeggiando dentro di noi... Noi siamo colpevoli di aiutare altre etnie, musulmani, marocchini, ecc.; loro vengono qui dopo viaggi stentati, si integrano grazie a noi che li aiutiamo, li diamo soldi, casa, lavoro e loro ci ripagano con le guerriglie. Li diamo casa per fare la moschea e eppoi ci trattano come a Parigi. Oramai i nostri avi sono stufi di tramandarci proverbi veri, come: «Fidarsi è bene... non fidarsi è meglio». Rif. 6648.
Rispondi a questo messaggio

La CEE non è altro che l’Europa sognata dagli Illuminati

Estremo cordoglio per le vittime di Parigi. Ma tutto questo, secondo me, era già programmato da mesi dal gruppo Bilderberg e dai loro tirapiedi. Gli attentatori sono stati armati dalla CIA e soci. Tutto già previsto: il Nuovo ordine Mondiale non aspetta. Per fare scena e tenere nel panico la popolazione perennemente, ci vogliono anche vittime innocenti. Qual è stata la risposta di Hollande? Più fondi per esercito e servizi segreti. Nuovi bombardaenti in Siria. La Terza guerra mondiale scoppiata l’11 settembre 2001 grazie alla CIA, al Mossad e ai Grambiulini Massonici prosegue senza sosta. Se anziché rimbambirci con la stampa mainstream, Grande Fratello, Amici, C’è posta per te, cominciassimo a leggere qualche libro, ad informarci sul web, dove ci sono decine di siti dove ciò viene fatto in maniera alternativa, forse non ci avrebbero costruito un’Europa fascista sotto il naso. La CEE non è altro che l’Europa sognata dagli Illuminati con Hitler. Un’unico continente nazista con una capitale sola: Berlino. Quando si sono accorti che non avrebbero ottenuto quanto sperato dal secondo conflitto mondiale, da loro fatto scoppiare e finanziato, hanno usato la «collaborazione» come motivazione. La CECA nel 1953 fu l’inizio... Ora un unico continente fascista con una capitale sola: Bruxelles! Rif. 6651.
Rispondi a questo messaggio

L’obbligo di gomme invernali è solo per i trentini?

C’è l’obbligo di montare gomme invernali per la popolazione locale. Una domanda: per extracomunitari, zingari e qualsivoglia... Loro sono esenti? Rif. 6647.
Rispondi a questo messaggio

Il restyling del bar

Nel sobborgo di Povo hanno ristrutturato un vecchio bar, un po’ datato, ma che resiste ancora. Un bel restyling, seppur piccolo...però il w.c. è rimasto quello di 50 anni fa: una vecchia turca senza carta, manco per asciugarsi le mani... Rif. 6649.
Rispondi a questo messaggio

Ma quanto guadagnano certi negozi?

Quanto margine hanno questi negozi? Ho acquistato una bilancia per alimenti da cucina digitale da Mediaworld e l’ho pagata Euro 24,90. Poi l’ho presa al Lidl a Euro 4,90 (sul retro la stessa identica etichetta). Poi «piangono» perché non riescono ad avere margine di guadagno... Rif. 6652.
Rispondi a questo messaggio

Chi governa aiuti il popolo italiano e basta

Non sono più legato alle molte bandiere politiche, ma devo ammettere che solo la Lega Nord ha combattuto anni e anni, per far sì che gli extracomunitari vengano rispediti a casa propria... I nostri antenati avevano coniato diversi proverbi: il più calzante in questo caso è: «Mogli e buoi dei paesi tuoi». Viste le stragi, bisogna correre ai ripari. Basta farci prendere in giro: o chi ci governa aiuta il popolo italiano, oppure inizierà una nuova «guerra», per le future generazioni... Rif. 6653.
Rispondi a questo messaggio

Mercatini di Natale in Trentino? Mi sono già rotto!

Sono appena partiti, peraltro sempre prima - fra poco inizieranno a ferragosto -, e i mercatini natalizi mi hanno strarotto. Questo trito e ritrito, per me patetico, rito si sta perpetuando contro ogni logica e buon senso, sempre più lunghi, sempre più invadenti, sempre più banali. A servizio di una massa incolta e sempre più ignorante di gente incapace di distinguere fra la paccottiglia più insulsa e commerciale da un prodotto artigianale. Che, per sua natura costa, e allora vai con le puttanerie cinesi. Triste, tristissimo. E ancor più triste è vedere certa stampa locale, sempre pronta a leccare il culo,non solo dei lettori, che contribuisce a gonfiare “il fenomeno”. Rif. 6654.
Rispondi a questo messaggio

Sul quotidiano un’orgia di «compra di qua, compra di la»...

Ma è possibile acquistare un quotidiano e trovare al suo interno quasi il 50% di pubblicità? Mi riferisco a un noto quotidiano: ormai abbiamo passato il limite. Ci si trova a vedere pagine in cui in alto c’è la notizia di un terribile schianto e sotto trovare una mezza pagina che esalta il carattere sportivo di una vettura. Senza contare del piccolo dettaglio che il giornale si acquista, quindi si paga... Soldi che servono a vedere solo pubblicità. Provate anche voi a sfogliarlo, è un’orgia di «compra di qua, compra di la». Voi direte «basta non acquistarlo»; è vero, però una volta mi piaceva comprare il giornale, ed era un giornale, non un depliant. Rif. 6655.
Rispondi a questo messaggio

Prevenzione a Vattaro: quel cantiere non segnalato è pericoloso

Per motivi di lavoro transito spesso per la SS. 349 (Passo della Fricca). All’entrata del paese di Vattaro, salendo da Trento, a sinistra, da qualche anno esiste uno pseudo cantiere agro-turistico dove, prima c’era un profondo scavo (ca. otto metri) senza nessuna protezione, che ora è stato coperto con un solaio. Il tutto senza protezione alcuna né recinzione, né segnaletica, né licenza edilizia esposta con responsabilità cantiere (il salto nel vuoto è di circa quattro metri). So per certo che i tecnici comunali nonché il Sindaco stesso transitano giornalmente su questo tratto di strada senza nulla aver mai rilevato di anomalo e di averlo segnalato alle competenti autorità. Aspettiamo l’invalido o il morto! PS: Naturalmente su detta strada, oltre ai suddetti tecnici transitano altrui pubblici ufficiali: carabinieri, Guadia di Finanza, Servizi Forestali, Polizia, Anas, ecc. Rif. 6656.
Rispondi a questo messaggio

Val di Non: offriamo delle alternative ai nostri ragazzi

Caro Sig. Michele delal Val di Non, che ti fai bello su Facebook pubblicando foto e video, facendo la morale e demonizzando i giovani del paese: forse hai la memoria corta, perché pure tu quando eri un giovane membro della Pro Loco ne hai combinate anche di peggio e visto che sei genitore se buon sangue non mente... Facciamo una riflessione e vediamo invece cosa possiamo fare affinché episodi come questo non accadano più. Offriamo delle alternative ai nostri ragazzi; facciamo in modo che possano incontrarsi, parliamo con loro, responsabilizziamoli, guidiamoli, coinvolgiamoli, facciamoli sentire importanti. Certo sono i genitori che devono dare delle solide basi ai loro figli, ma poi? Quando escono di casa quali opzioni hanno? C’è un bellissimo campo da calcio, oppure c’è il bar ma niente altro, né proposte né indicazioni o consigli. Siamo tutti d’accordo che il problema esiste, per cui prima che succedano cose ben più gravi, tutti insieme dobbiamo cercare di risolverlo per il bene dei nostri giovani che sono il futuro del nostro paese. Rif. 6657.
Rispondi a questo messaggio

Ventisette milioni per una funicolare?!

Dunque, da quarant’anni si parla di una funivia Trento Bondone. Bela idea, ma no ghe soldi... I ha sempre dit. E adesso? I trova 27 milioni diconsi 27 milioni per nar a Povo! Che fra montar e smontar te fai prima a nar a pè. Ma ne tolè per i coioni? Rif. 6658.
Rispondi a questo messaggio