>>>Bazar n.14 del 9 aprile 2015

MESSAGGI DI RISPOSTA

Compito di un avvocato

Un avvocato di spicco per proteggere un assassino, delinquente che è scappato, dopo aver accoltellato la moglie?! O l’avvocato ha bisogno di soldi, oppure non ha peli sullo stomaco. La vicenda infatti ha lasciato sgomento in tutto il nord Italia... Altro che trent’anni di carcere, un paio di anni e l’avvocato lo tira fuori. Oramai il carcere lo usano solo per i ladri di galline, chi le combina grosse esce a breve... Rif. 6052.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Compito di un avvocato
Ma almeno lo sai qual è il compito di un avvocato o sei caduto dall’albero? Desgròpete! Rif. 6073.
Rispondi a questo messaggio

Ricordo i gruppetti di ragazzini ubriachi dello scorso anno...

Tra qualche mese ci sarà di nuovo la «Notte Bianca» a Trento. Finalmente un evento che noi giovani attendiamo con ansia, almeno d’estate un minimo di vita esiste. Ma io scrivevo questo messaggio per chiedere al Centro Servizi Culturali Santa Chiara (dove c’è il parco) che quest’anno tenga la struttura aperta a tutti, non a pagamento come l’ultima volta. Era l’unico posto dove si poteva ballare fino alle quattro o cinque. Ringraziamo in anticipo. Rif. 6065.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Ricordo i gruppetti di ragazzini ubriachi dello scorso anno...

In effetti era un po’ strano veder chiuso il parco. Speriamo che quest’anno pensino la cosa con maggior attenzione, anche riguardo al tasso alcolico della manifestazione e alla presenza di minori. Ricordo che lo scorso anno, in corso III Novembre e non solo, si aggiravano gruppetti di ragazzini ubriachi con in mano bottiglie che certo non contenevano acqua nè Coca Cola... Ma nessuno delle forze dell’ordine si è preoccupato di accertarsi dell’età o dello stato di questi cretinetti. E i genitori chissà dove stavano... Rif. 6081.
Rispondi a questo messaggio

«I tunisini vengano a Trento»? E cioè?

Apprendiamo la dichiarzione da un quotidiano locale (speriamo sia un pesce d’aprile...). È vero che Trento ed il Trentino è la terra di molti missionari sia cattolici che laici, svariate organizzazioni che collaborano ed operano in campo internazionale. Ma forse “frate Lorenzo” sarebbe opportuno che lui direttamente si trasferisca in Tunisia (non come ospite) e poi detta in buon trentino. «Se el trova quel del formai” forse cambia idea.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
«I tunisini vengano a Trento»? E cioè?

Caro Lorenzo, invece che queste sparate, torna a «disfar con i fedelissimi ai Bindesi». Completamente rinnovato, nuove gestione. Ti godi un bel panorama sulla vallata, aria fresca che forse «LA TE FA ANCA BEN» per rinfrescarti le idee. Rif. 6077.
Rispondi a questo messaggio

Lasciateli dove erano prima, che è meglio

Condoglianze ai trentini, dunque. Perché dando uno sguardo ai titoli delle notizie mattutine, salta fuori la notizia di un orso morto nella notte. Adesso entrano in azione la Procura, le diagnosi, e vari esami, poi il funerale al quale presenzieranno senz’altro le forze dell’ordine che, piuttosto che prendere serie decisioni contro i disobbedienti dell’asilo di via Manzoni, preferiscono piangere l’orso M5. Sembra di essere arrivati alla frutta: ma non ci son altre notizie, o realmente i giornali hanno stufato a tal punto che la gente cerca informazioni diverse?!.... Rif. 6063.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Marketing gratuito

Ma non avete ancora capito che parlando di orsi stanno facendo marketing al Trentino a gratis? Rif. 6078.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Lasciateli dove erano prima, che è meglio
Che palle con ’sti orsi... Ma non offre niente di meglio questa noiosa triste provincia?! Lasciateli dove erano prima, nel loro naturale habitat, che forse stavano anche loro meglio. Rif. 6079.
Rispondi a questo messaggio

Vendite truffaldine: la mia esperienza

Volevo avvisare tutti che, qui in Trentino, gira un ragazzo che dice di avere un’agenzia viaggi e che vi farà fare un viaggio dove volete voi a prezzi stracciatissimi. Agisce così: ti dice che vuole i soldi in contanti perché fa le prenotazioni a nome suo per strappare i prezzi migliori e poi non prenota un beato ciufolo! Conosco già due persone che ci sono cascate perché è un ragazzone di tante chiacchiere e simpatico. È già stato segnalato ai Carabinieri, ma per ora è a piede libero e continua ad agire, per cui attenzione! Fate tutto con un’Agenzia viaggi degna di questo nome e che, una volta fatte le prenotazioni, vi dà tutta la documentazione (numero volo aereo, prenotazione albergo e così via!) Documenti alla mano... Sempre! Rif. 6051.

Meno male che mi hai avvisato, avevo proprio intenzione di dare dei soldi in contanti e non rintracciabili al primo tizio simpatico che mi si presentava offrendomi viaggi in giro per il mondo... Rif. 6062.


Risposta
Vendite truffaldine: la mia esperienza

È logico che non si danno soldi al primo che capita. Nel mio caso è successo a mia figlia, che ha dato i soldi ad un «grande» amico del fidanzato, poi rivelatosi un vero truffatore, e ad una commessa che conosco anche io, la quale dopo aver servito e «conosciuto» questo ragazzo, si sono messi in contatto per organizzare un viaggio. Lui ha incassato i soldi e poi si è «dileguato», non prenotando voli, albergo ecc. A mia figlia ha restituito il tutto perché nel pomeriggio di un determinato giorno gli ho detto che sarei andata dai Carabinieri, allora lui mi ha pregato di non farlo dicendomi che aveva già obbligo di firma... Succede, non crediate... Rif. 6080.
Rispondi a questo messaggio

Occorrono persone per pulire la stalla degli ignoranti

Signori che svuotate i cassonetti, premesso che comprendo che il vostro lavoro non sia il più bello del mondo, vi chiedo cortesemente di farlo come si deve! Siete venuti a ritirare la carta, i bidoni erano stracolmi e a terra avanzava un sacchetto che nel bidone proprio non entrava, avete svuotato bene un bidone, l’altro solo per metà e il sacchetto lo avete lasciato a terra... (e non è la prima volta). La prossima volta chiamo il numero verde e mi lamento con la ditta... E poi quando ve ne andate perdete sempre qualche pezzo per strada!!! Rif. 6035.
Rispondi a questo messaggio

Evidentemente sei abituato alla vecchia maniera, dove bastava lagnarsi e correvano a pulire piazzole, ecc... Oggi puoi telefonare, ma se giunge il controllore e nota che i bidoni sono stracolmi e non si chiudono, dà la colpa a te che pretendi di farti portar via più immondizia del consentito. Ad esempio, in una bottiglia da litro ci puoi mettere un litro di vino, non un litro e mezzo, se il bidone rimane aperto causa eccessivo rifiuto, la parte eccedente la conferisci la volta dopo, o tu quando mangi, ti sazi anche per tutti i giorni e le settimane successive!? Rif. 6043.
Rispondi a questo messaggio

O cavoli! Pensa che avevo immaginato che il camion delle immondizie fosse in grado di contenere più di un cassonetto per volta e comunque sempre ingenuamente avevo pensato che gli addetti alla raccolta dei rifiuti fossero pensati per togliere le immondizie dai luoghi di raccolta per portarli in discarica e non che lo scopo fosse quello di spargerli su una più vasta superficie possibile! Nessuno si aspetta che l’addetto mi passi l’aspirapolvere ma che porti a termine il lavoro che gli è stato assegnato visto che le tasse per la raccolta le vogliono pagate fino all’ultimo centesimo. E detto tra noi, abbassa i toni che non c’è un cassonetto adeguato per smaltire le tue sparate! Rif. 6054.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Occorrono persone per pulire la stalla degli ignoranti

Dall’educazione che traspare dalla tua risposta, si intuisce che sei figlio di genitori senza educazione. Comunque, se il camion perde delle carte, nella stalla di città in cui vivi, di carte per terra c’è ne saranno parecchie e daranno lavoro agli operatori ecologici, che se ben vai a vedere è un si umile lavoro, ma ricercato, dato che di recente erano in 600 al concorso per 4 posti. Al giorno d’oggi servono persone a pulire la stalla degli ignoranti. Rif. 6083.
Rispondi a questo messaggio

Più che prevenzione a me parrebbe «cassa»

Vorrei «complimentarmi» con la nostra Polizia Municipale di Trento, che giovedì mattina, alle 8.30, aveva già sistemato un bel autovelox, in tangenziale, all’altezza del Ristorante Marinaio. Sicuramente per una questione di prevenzione. Sono passato di lì verso le 15 ed il suddetto autovelox era ancora installato, con tanto di pattuglia al seguito. Sicuramente alle tasche di qualcuno è servito ed avrà sicuramente ben fruttato. Rif. 6055.
Rispondi a questo messaggio

Non vedo il problema: se corri ti becchi la multa, a chi fa il bravo non succede nulla. Se poi succedono gli incidenti tutti a gridare «dov’erano le forze dell’ordine invece di fare controlli?» Dai ragazzi un po’ di coerenza: vogliamo il rispetto delle regole ma solo da parte degli altri? Rif. 6060.
Rispondi a questo messaggio

Ma e se, invece di lamentarsi perchè vengono messi gli autovelox, si rispettassero semplicemente i limiti di velocità? Mai provato a pensarci, eh? Rif. 6061.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Autovelox e... «se»

...e se cominciassero a mettere limiti di velocità adeguati alle strade e alle auto che circolano nel 2015? Molti anni fa quando giravano auto tipo Renault 4, che montavano freni ridicoli, le velocità consentite erano superiori. Gli incidenti più o meno gli stessi in proporzione ai mezzi circolanti e quindi... Adesso quando guido la mia macchina, potente e sicura mi sembra di essere un «impotente» davanti ad una bella signora! Guidare a velocità ridicole fa perdere concentrazione. Il punto è che la cassa è cassa e ci stanno rincoglionendo alla grande con la scusa della sicurezza. Adesso... «mangiatemi», benpensanti della razza «la te stà ben»! Rif. 6075.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Più che prevenzione a me parrebbe «cassa»
Considerando che uso 365 giorni all’anno la macchina per lavoro, penso di rispettare abbastanza i limiti di velocità. La mia considerazione era riferita che un autovelox installato nello stesso posto per oltre sette ore è un po’ esagerato. Più che prevenzione a me parrebbe «cassa». Rif. 6076.
Rispondi a questo messaggio

Tut nel fogolar

Da quel che leggo si tratta di bidoni della carta... che non sono soggetti a tariffazione in base agli svuotamenti perciò potevano pure svuotarli e portarsi via anche ciò che stava a terra, se non comportava un eccessiva perdita di tempo. Quanto al paragone del cibo lo trovo del tutto inadeguato: non si tratta di mangiare per una settimana sembrerebbe semmai di voler sputare l’ultimo boccone... Rif. 6055.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Tut nel fogolar
Meglio buttar tut nel fogolar, senza noie de portar via bidoni, mi bruso anca la plastica, tanto la città è inquinata da tanti personaggi ignoranti, anche en poc de fumo non fa male... Rif. 6084.
Rispondi a questo messaggio

1.800.000 Euro per la mensa degli stranieri al campo di Marco

Oramai finiamo nelle mani di zingari ed extracomunitari grazie anche ai nostri politici che sono a Roma a fare ben poco. Siamo arrivati al punto che si sfratta la gente locale per dare ospitalità a extracomunitari e zingari, oramai siamo alla frutta... Rif. 6068.

Risposta
Carrozzoni inutili e dannosi per la comunità

Ormai abbiamo capito che i veri privilegiati sono loro. Non per niente sfidano la morte per venire qui e trovano tutte quelle belle associazioni e cooperative pronte a braccia aperte per loro, non per i trentini o gli italiani, logico; noi basta che lavoriamo e paghiamo le tasse per mantenere ’sti carrozzoni inutili e dannosi per la comunità. Rif. 6085.

Risposta
1.800.000 Euro per la mensa degli stranieri al campo di Marco
Non ci sono parole. Se la notizia apparsa è quella vera – e cioè che è stata indetta una gara d’appalto per un milioneottocentomila euro, per la mensa degli stranieri al campo di Marco, con dei pasti caldi e bella colazione, camerieri gentili e con buone maniere cibi al loro gusto... E l’italiano e il Trentino – che lavorano e pagano elevate tasse per mantenere anche loro e le loro cooperative, finanziate dalla Provincia e dai soldi dei cittadini – non ha più diritto ormai neppure a un pasto. Siamo al colmo. Ormai siamo rifugiati all’inverso questa e la realtà. Rif. 6086.
Rispondi a questo messaggio

NUOVI MESSAGGI

Tutti contro la Centrale e le (rarissime) aziende che danno lavoro

Rieccoci a Novaledo, in bassa Valsugana, sempre più aziende chiudono, seminando ovunque gente senza lavoro a casa. L’unica azienda che avrebbe le palle per emergere (l’oramai nota Menz&Gasser) è continuamente sotto assedio, per la paventata nuova centrale a biomassa. Essendoci di mezzo anche la Provincia, con severissimi controlli, problemi non c’è ne sono, ma purtroppo c’è un gregge di pecoroni (dipendenti pubblici e pat), che inneggiano contro chi dà lavoro. Oramai dovrebbe essere tutto per procedere con la centrale, simile a tante altre esistenti in Alto Adige e in Austria. In Trentino, i pecoroni sono sempre presenti a remare contro e dove va uno, tutti lo seguono. Senza dubitare se uno si butta in Brenta, tutti lo seguono, forse quando sentono l’acqua bagnata e fredda capiscono di essere pecoroni... Rif. 6090.
Rispondi a questo messaggio

Sanità trentina: ottanta giorni di attesa per fare un’ecografia rao C

Tanto per tornare sull’argomento «sanità trentina», visto che qualcuno qualche settimana fa la decantava tanto: tre giorni fa, telefono al CUP e chiedo un appuntamento per un’ecografia RAO C (il termine sarebbe fare entro 30 giorni). La signorina mi dice che prima del 26 giugno non c’è posto, cioè tra quasi 80 giorni. Però mi dice se ci fosse una diagnosi si potrebbe tentare di farla prima! Ma scusate, se il medico fosse stato in grado di fare una diagnosi sicuramente non avrebbe richiesto di fare una eco, giusto? Purtroppo questa è la situazione e finché i politici trentini, che manteniamo con stipendi da nababbi, si preoccupano e si fanno in quattro solo per fare in tre giorni l’autopsia all’orso morto, invece di preoccuparsi degli umani, che li mantengono: questi sono i risultati! Cari politici, a noi della salute degli orsi non ce ne frega un bel niente. Quello che ci interessa è che facciate qualcosa per ridurre i tempi per curare la nostra! Rif. 6089.
Rispondi a questo messaggio

Lamentoni trentini...

Non si lamenta nessuno per l’invasione di «corsa allegra» che avverrà a Trento il 6 giugno? Visto che cospargeranno di colore tutta la città, in oltre 10mila iscritti, lorderanno la vostra amata città: chi la pulirà poi? Rif. 6091
Rispondi a questo messaggio

L’eccellenza dei nostri prodotti?!

MAIN SPONSOR dell’EXPO Milano. Ma invece che l’enorme “M” gialla di McDonald’s, e visto che ci troviamo a Milano (Italia) e l’Expo dovrebbe presentare l’eccellenza dei nostri prodotti, potevamo mettere sempre una “M” bianca di mozzarella. Sicuramente è una “svista” scappata agli organizzatori, che hanno guardato alla “sostanza dello sponsor». Rif. 6082.
Rispondi a questo messaggio

...Giovani anarchici al lavoro

Visto che stanno smantellando i mattoni messi alla finestre dell’ex asilo di via Manzoni, sicuramente per poi occuparlo, e nessuno dice, meglio ancora NON gli fa niente (forse perchè sono gli intoccabili di Trento), mi chiedo perché se un semplice cittadino fa dei lavori a casa senza chiedere le dovute autorizzazioni, viene trattato sicuramente in maniera diversa? Rif. 6074.
Rispondi a questo messaggio

«AIUTIAMOLI, PER FAVORE»

Pasqua è oramai passata, ma noi trentini siamo in prima linea sempre pronti a dare un mano al prossimo. Adesso invece che gli immigrati, facciamo una colletta per aiutare questi 8 poverelli che con tanta fatica, non arrivano a fine mese. Accettiamo anche generi alimentari. Se poi a qualcuno “avanza del vino” va bene lo stesso! Rif. 6087.
Rispondi a questo messaggio