>>>Bazar n. 18 del 4 maggio 2017

MESSAGGI DI RISPOSTA

Li avete votati?! Ora godeteveli...

Rif. 8162. Ecco, avanti con i scavi e le “donazioni” alle Albere. Ora un nuovo sottopasso che costerà miloni di Euro (5,20 mil di euro). Ma a cosa serve? C’è già quello di via Monte Baldo a 200 metri, e uno pedonale lo hanno appena aperto. Mah?
Rispondi a questo messaggio

È una follia pura... Ormai non ci sono più parole per questa Giunta e il Sindaco: milioni e milioni di euro per salvare le Albere. Ma perché la magistratura non inizia a indagare? Abbiamo un tunnel a 200 metri e spendono altri 5 milioni di euro. Ho detto tutto... Rif. 8174.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Li avete votati?! Ora godeteveli...

Ben me ne guardo dal difendere questa Giunta comunale e tanto meno il gran capo! Tuttavia io dico solo una cosa: nessuno ha fatto un colpo di Stato per essere eletto e quindi adesso come in passato, non lamentatevi... Le urne sono aperte a tutti i maggiorenni ...ma se poi cediamo a certi favoritismi... Sarà meglio sensibilizzare i dipendenti della pubblica amministrazione che ne hanno goduto in lungo ed in largo e non lamentatevi in maniera sterile. In fin dei conti non mi risulta allo stato attuale che ci siano stati dei brogli elettorali nelle ultime amministrative, per cui li avete votati?! Ora godeteveli! Rif. 8204.
Rispondi a questo messaggio

Ma cosa vorresti dire con queste parole?!

Rif. 8191. Sana bicicletta... Faccio spesso qualche gita fuori porta sulle bellissime piste ciclabili, del Trentino e non solo. Ma soprattutto, a casa, uso la bici su appositi rulli, davanti ad una tv 55 pollici, con stereo: risparmio abbigliamento costoso, non respiro inquinamento e pedalo in sicurezza, senza essere investito...
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Piantati pure qualche albero...

Già che ci sei piantati anche qualche albero e lastricati il pavimento di rosso! E pedala sui tuoi rulli, pedala... Rif. 8207.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Mostrare a tutti l’investimento economico fatto...

Purtroppo pochi lo capiscono e molti amano uscire e mostrare a tutti l’investimento economico appena fatto, bici nuova e tuta, e amano far bestemmiare chi sulle strade ci deve andare e osservare il codice della strada... Rif. 8208.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Ma cosa vorresti dire con queste parole?!
I
comuni mortali che non possono permettersi un televisore 55 pollici e nemmeno comperare i rulli, usano generalmente una normale cyclette comperata di seconda mano... E nemmeno loro vengono investiti e non si inquinano i polmoni... In sintesi cosa volevi dire di concreto con il tuo «articolo»? Rif. 8209.
Rispondi a questo messaggio

Il circo ha una storia, la Color Run no

Scusate, ma adesso sarebbe il caso che uno dei nostri «amministratori» ci spiegasse perché si è deciso che la bellissima Color Run quest’anno non si farà, mentre nessuno ha pensato di opporsi a quella boiata del circo, che anche quest’anno sarà di nuovo in regione. Grazie! Rif. 8192.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Il circo ha una storia, la Color Run no
Il circo ha una storia, dà lavoro a centinaia di persone, è un attrazione per i più piccoli che vedono qualcosa di diverso, ma vedere un’orda di nullafacenti che lordano ed intasano la città e rompono le palle, non è cosa gradita a tutti. Ecco spiegato il motivo, caro mio. Rif. 8206.
Rispondi a questo messaggio

Ben venga la severità, purché sia altamente democratica...

A Genova un liceale, alle tre di notte, ha fatto la pipì contro un albero. Due carabinieri l’hanno visto e gli hanno affibbiato una multa da 10mila euro... Con una severità simile in tutti i campi si potrebbero risolvere tutti i problemi economici dell’Italia. 100mila euro di multa per un parcheggio in doppia fila, 200mila per un parcheggio in terza fila, 300mila per chi passa col rosso... E qui entra in campo il comico Crozza che ci spinge a fare delle risate dicendo: ma alle tre di notte a Genova è tutto chiuso, cosa deve fare uno che gli scappa: se la deve fare addosso? Però, risate a parte, mi viene da fare una domanda: ma se uno si piscia addosso si bagna pantaloni, calze e scarpe e poi bagna la strada... Quindi arriva la multa e la vergogna di andare in giro tutto bagnato di urina. A parte gli scherzi,quei carabinieri si meritano un encomio solenne: hanno fornito un’idea concreta per risanare il bilancio dello Stato. Rif. 8196.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Ben venga la severità, purché sia altamente democratica...

Esagerati, tutti quei soldoni per una onesta pisciatina?! A parte gli scherzi... Ben venga la severità, purché sia altamente democratica, ed applicata ad ogni cittadino, indipendentemente dal nome, dal cognome, dal conto in banca e dalla carica politica... Rif. 8212.
Rispondi a questo messaggio

Quel negozio clandestino è da smantellare...

Trento, città sicura! Ma intanto ogni 10 minuti viene svaligiata una macchina e ogni due giorni avviene un furto in un negozio. Ma intanto le forze dell’ordine passano il tempo a fare le multe ai mercatini (sì, solo ai mercatini perché a 10 metri ci sono africani che vendono libri, pachistani che vendono fiori e mendicanti di ogni genere, ma quelli possono fare quel che vogliono). E in tutto questo i nostri politicanti provano a venderci la notizia che i reati sono diminuiti. Ma la gente è stanca. Rif. 8198.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Quel negozio clandestino è da smantellare...

Ma ti meravigli? A cento metri dalla Guardia di Finanza ed esattamente davanti al Laboratorio Adige di Trento, nel sottoportico verso l’ingresso del laboratorio, da oltre 15 anni un extracomunitario di colore vende articoli contraffatti di tutti i tipi! Dai Cd ai foulard di seta griffati (falsi) alle borse firmate (false)... Decine di persone ogni giorno sono ormai affezionati clienti del bellimbusto... Ma io dico: finanzieri che vanno a pranzo al Ristorante Giulia ce ne sono o mangiano tutti nel refettorio della caserma? Quindi non ti meravigliare... Ahimè! Rif. 8211.
Rispondi a questo messaggio

Che non provino ad appiopparci i bidoni!

Anche quest’anno Dolomiti energia ci ha omaggiati di sacchetti di carta per la raccolta dell’umido. Umido, appunto, che dopo qualche ora ha già infradiciato il sacchetto per cui, se lo estrai, si sfonda spargendo il contenuto. Ed è inutile che scriviate di sgocciolarli! Soluzione? Usare le borse della spesa compostabili, che paghiamo, ma che non si sfracellano. Ora dico: ma perché Dolomiti energia insiste con la carta? Costa meno? Può essere ma è una spesa, per la stragrande maggioranza degli utenti, assolutamente inutile. Per cortesia fate uno sforzo di immaginazione e dateci dei sacchetti per l’umido in materiale biodegradabile che reggano quello che devono contenere. Con gli utili che fate, con le nostre bollette, potete anche investire due lire. Rif. 7493.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Che non provino ad appiopparci i bidoni!
Hi, hi, hi... State a pensare ai sacchettini per l’umido... Adesso arriva la novità dei bidoni per il residuo. Spero non pensino di appioppare un bidone da 120 litri a famiglia perché penso che stavolta veramente vado in via Belenzani e replico la terra dei fuochi! Ed è inutile che ci facciano una sorpresa a luglio sperando che la gente non sia in città giuro dovessi anche rinunciare alle vacanze che organizzo la sommossa popolare! Rif. 8210.
Rispondi a questo messaggio

Certi ciclisti andrebbero puniti come dico io...

Lutto nel ciclismo: rispetto per Michele Scarponi, riposi in pace. Ma che un suo collega trentino si atteggi a «giustiziere» mi pare troppo. Non dimentichiamo che sono ancora troppi i ciclisti che non rispettano il Codice della Strada. Sarebbe il momento di regolarizzare l’attività di questi sportivi. Che si obblighi i ciclisti ad usare le belle piste ciclabili o usare il velodromo per allenarsi. È un continuo pericolo l’intenso traffico e nonostante tale pericolo, flotte di ciclisti presenti su tutte le strade, vuol dire anche... cercarsela. Il Codice della Strada deve essere rispettato da ambedue. Poi, per carità, le disgrazie possono capitare anche uscendo di casa e ti cade una tegola, quando la persona stimata e amata... Manca, solo allora ci si accorge della sua immensa bontà: appunto per questo evitiamo di correre certi rischi... Rif. 8197.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Certi ciclisti andrebbero puniti come dico io...

Io se permetti avrei un’idea maggiormente attuabile: se i vigili urbani multassero qualsiasi ciclista che usa impunemente qualsiasi marciapiede come fosse una pista ciclabile con la castrazione, eviterebbero che continuasse una generazione di coglioni che investono le persone mentre escono dai negozi! Ovviamente provvedendo ad elevare loro una semplice contravvenzione di 500 euro, in maniera che chiunque sia poi in grado di poterla pagare! Rif. 8213.
Rispondi a questo messaggio

Tonchiamo la Giunta comunale, invece...

Spero che il sig. Grassi e l’Itas tutta, che tra l’altro sono vicini al fiume, vengano toncati alle prossime Feste Vigiliane. A dire la verità non ho ancora capito la differenza tra l’essere clienti e l’essere soci, però i soci di solito sono agevolati. Io ho varie tessere da socio, ad esempio sono socio degli Alpini con tessera annuale, e se vado allo spaccio da Giorgio a Trent, vizin al Duomo, un prosecco da socio lo pago un euro e mezzo; se lo bevo in città invece lo pago doppio... Ora, se sono socio Itas, a malapena, al pagamento della polizza, rubo una penna biro, poi vieni a vedere e sapere che a certi eletti danno gadget da paura...Di questi tempi, in cui l’operaio porta a casa 1200 euro mese e chi sta a pilotare le marionette prende paghe esagerate, secondo me fa capire che forse meglio dimettersi da socio, che tanto assicurazioni ce ne sono ancora... non dimentichiamo che Itas mutua ha un patrimonio da paura, fatto da chi paga e ora tace... Rif. 8194.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Ma li puniamo questi responsabili o no?!

Si è visto, dall’assemblea Itas del dopo Grassi, che secodo me si continua senza punire nessuno; forse un escamotage pubblicitario per essere in prima pagina tutti i giorni? Niente tonca per Grassi, anzi li daranno dei vitalizi... All’assemblea dei delegati i 700.000 soci non li hanno invitati, poche penne prelibate per tutti. Sentite la mia profezia: i recenti lavori di ammodernamento della sede di Milano (fronte Duomo) e di Genova fanno ben intuire che usciranno in punta di piedi dall’amato Trentino, in cerca di nuovi mercati e soci, ai dipendenti rimarrà la tipica proposta o mi segui, o te ne resti a casa tua... Rif. 8214.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Tonchiamo la Giunta comunale, invece...

Personalmente spero che alle Feste Vigiliane venga «toncata» l’intera Giunta comunale con il Sindaco in testa e che la carrucola per il recupero si rompa, in maniera che non possano essere più recuperati alle prossime amministrative! Rif. 8215.
Rispondi a questo messaggio

Aggraziarsi un padrino per un posto fisso?

Riguardo alla selezione candidati per cinquanta futuri operatori ecologici, fatta da Dolomiti Energia & Ambiente: chissà come mai sono risultati vincenti i candidati dell’Altopiano di Pinè. Secondo me per una sorta di miracolo, dato che vi è il noto santuario. Oppure per motivi «logistici» di «altra natura»? Rif. 8199.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Aggraziarsi un padrino per un posto fisso?

Oramai, il posto fisso, senza una spinta o raccomandazione, te lo sogni... Devi andare e cercare chi ti fa da padrino, come alla Cresima, nella speranza che sia un padrino «efficiente». Del resto è un posto di lavoro fisso e di poca fatica: 35 ore settimanali... Cosa tu debba fare poi per aggraziarti il padrino è cosa segreta... Rif. 8216.
Rispondi a questo messaggio

Social network: la nostra vita non ha più segreti

Vorrei che qualche bravo psichiatra mi diagnosticasse il mio disturbo. Ho 63 anni, non fumo, non bevo alcolici, non bevo caffè, non mi drogo, non sono omosessuale, non uso smartphone, non uso tablet, ho un cellulare senza la possibilità di fotografare, ai compleanni degli amici o alle ricorrenze telefono e non uso gli sms per fare gli auguri. Ho un’ automobile da 12 anni e non la cambio pur avendone tranquillamente la possibilità, visto che va benissimo ed è senza difetti. Se posso aiutare chi sta male sono in prima linea, non vado in chiesa ad ingozzarmi di ostie consacrate ma aiuto il mio prossimo nei momenti di difficoltà, schivo la superficialità ed il pettegolezzo. Sono tollerante, non sono nevrotico ne tanto meno psicotico. Non ho mai offeso o picchiato una donna, non ho mai commesso femminicidi, nei limiti delle mie possibilità cerco di essere altruista. Non bestemmio mai, non dico parolacce, non uso linguaggio scurrile e non urlo quando parlo. Adoro i posti della natura silenziosi e detesto i rumori, soprattutto quelli inutili o molesti. Sono romantico con un temperamento dolce. Sono predisposto a dialoghi introspettivi di profondità. Sono anticonformista e non uso la diplomazia per tornaconto personale ma dico schiettamente quello che penso. Non mento e non sono invidioso. Ma a questo punto dopo una seria riflessione mi chiedo: ma sono normale? Di che malattia psichica soffro per comportarmi secondo questi schemi? Rif. 8163.
Rispondi a questo messaggio

Se non avessi pubblicato nulla saresti una persona normale come ce ne sono tante in giro, ma per il fatto di aver scritto tutte queste cose in pubblico direi che minimo minimo un po’ esibizionista egocentrico lo sei... e non vado avanti. Rif. 8168.
Rispondi a questo messaggio

Esiste un detto: CHI SI LODA SI IMBRODA... E come sei tu lo dovrebbero dire gli altri... Di solito quando si parla di sè saltano fuori tanto fumo e poco arrosto... O troppe chiacchiere e pochi fatti... E potrei andare avanti un bel po’... Rif. 8188.
Rispondi a questo messaggio

Devo solo dire che mi dispiace che tu non sia andato avanti con la tua diagnosi, mi avrebbe sinceramente incuriosito! Vorrei veramente sperare che tu non sia un serio professionista, anzi ne ho la certezza in quanto normalmente una critica dovrebbe essere costruttiva mentre la tua è una semplice sterile affermazione. La cosa che purtroppo mi rammarica maggiormente è incontrare persone che non riescono a cogliere aspetti quali la satira e che non riescono a soffermarsi su aspetti significativi quando leggono, ma si limitano solo a voler fare affermazioni che lasciano il tempo che trovano. Il mio non voleva essere un panegirico alla mia persona, anche perché un esibizionista generalmente inteso nel senso a cui alludi, non rimane nell’anonimato e come minimo laddove avesse voluto auto-elogiarsi, si sarebbe firmato. Il mio è stato solo un escamotage per indurre chi leggeva a trarre delle conclusioni di altra natura, ponendosi seriamente a riflettere non sul mio presunto, secondo te, spirito egocentrico ed esibizionistico, ma su una sconsolante deriva sociale, verso cui gli aspetti umani dell’uomo stanno naufragando di giorno in giorno. Se poi tu invece conosci «tante» persone “normali” che si comportano secondo i miei principi, penso che sei refrattario al gusto del salame e lo metti al posto delle lenti degli occhiali… Ma non c’è più cieco di chi non vuol vedere… E chi non vede può solo inciampare se qualcuno non lo aiuta… a vedere! Rif. 8189.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Social network: la nostra vita non ha più segreti

Nell’era dei social network abbiamo un po’ tutti perso la testa. Ci siamo ammalati di ego. Sentiamo un’irresistibile bisogno di apparire, qualunque cosa facciamo o pensiamo. Non sopportiamo più l’idea di starcene inerti per i fatti nostri, fosse pure a farci una passeggiata nel bosco... La nostra vita non ha più segreti. La mettiamo perpetuamente in piazza. Alla faccia della privacy, che poi ci mettiamo ad invocare sbraitando alla prima occasione. Paradossi della modernità. Rif. 8217.
Rispondi a questo messaggio

NUOVI MESSAGGI

Perché nipotina mia sei andata a votare?!

Ieri la mia nipote preferita mi ha dato una dolorosa notizia: è andata a votare alle primarie del PD! Io che non so spiegarmi come i vecchi votino ancora per partiti che hanno rovinato l’Italia, adesso dovrò cercare di spiegarmi perché. Lei dice che l’ha fatto per dar forza a Orlando... Quale orrenda giustificazione! Orlando fa nel PD la parte del poliziotto buono contro il suo collega cattivo. Ma anche io faccio finta di non capire una grande verità che mi fa troppo male per poterla accettare: chi ha un lavoro sicuro se ne frega di chi sta male e continua a dare il suo consenso a coloro che rendono sicura la loro sopravvivenza. E’ orribile dirlo, ma dovremo aspettare che altri dieci milioni di italiani finiscano sotto i ponti per poter sperare in un cambiamento. Purtroppo chi passa dal benessere alla povertà è troppo arrabbiato per aver ancora voglia di votare, per cui è possibile che il potere resti sempre nelle solite mani. La svolta si può avere solo adesso perché ci sono ancora molte persone non abbrutite dalla miseria che potrebbero decidere di avere quel minimo di coraggio che ci vuole sempre per accettare un cambiamento. Ma se non riesco a convincere neanche le persone a me più vicine, quanto valgono le mie speranze? Ora capite perché il voto della mia nipote preferita m’addolora? Cordiali saluti agli eterni perdenti e complimenti a Berlusconi, Prodi, Bossi, Veltroni, Bersani, Monti, Letta, Renzi, Verdini, Gentiloni, Orlando e mille altri loro soci: siete davvero bravi a mantenere il potere nelle mani della destra. Rif. 8218.
Rispondi a questo messaggio

C’è la neve, ma gli impianti sono chiusi

Insomma, è successa questa cosa qui: è arrivata nuovamente e inaspettatamente la neve sulle nostre montagne. Evviva, si dirà. Macché! Gli impianti sono già chiusi da diverse settimane ed è... il colmo. Ora che c’è la neve non si può sciare. Che ne pensate? Rif. 8220.
Rispondi a questo messaggio

Quegli zaini troppo pesanti

La Provincia assegna ai dirigenti scolastici la possibilità di intervenire nel caso di zaini troppo pesanti per gli studenti. Ma non è che per caso siamo un po’ in ritardo? L’anno scolastico è finito!!! AH, ah, ah. Tempismo perfetto. Rif. 8219.
Rispondi a questo messaggio

Attenzione alla proprietà privata

Facciamo attenzione a cosa sta diventando la proprietà privata. Sempre più persone indigenti vengono sorprese a rubare nei supermercati. E che dire di certi stranieri beccati nei Crm a tirar su porcherie come batterie esauste e mobili semidistrutti? Le occupazioni degli stabili? Sempre meno punite e perseguite?! Vogliamo parlarne? Rif. 8205.
Rispondi a questo messaggio