>>>Bazar n.11 del 20 marzo

MESSAGGI DI RISPOSTA

La Mussolini si è sempre impegnata contro la prostituzione. Risposta al Rif. 4992

Gli uomini fanno sempre più schifo. Sono solidale anche io con la Mussolini che oltretutto si è adoperata non poco per combattere contro lo sfruttamento della prostituzione e per i diritti dei minori esponendosi con forza e veemenza. Il marito l’ha umiliata come donna, come moglie, come madre e come senatrice... Forza Alessandra! Rif. 4993.
Rispondi a questo messaggio

L’onorevole Mussolini non se lo meritava. Sarà pure una borgatara, una populista fascista (d’altro canto con quel cognome cosa doveva essere, di sinistra?) Ma un marito sospettato di andare con le ragazzine quello no, proprio non se lo meritava. Ma queste povere donne perché devono sempre pagare per la stupidità degli uomini? Rif. 4992.
Rispondi a questo messaggio

Cementificazione: è così che va in tutto il mondo, non solo qui. Risposte al Rif. 4877

Tu ti lagni della cementificazione, chi lavora nell’edilizia lo mandiamo da te a mangiare?! Cementificare è pur sempre un lavoro, e se costruiscono, è occupazione. O anche questi li alloggi tutti a casa tua?! In fin dei conti è così che va il mondo, non solo Mattarello e Ravina; i campi al giorno d’oggi non li lavora più nessuno (prova a gestirti un pezzo di terra e vedrai che i costi sono tanti e la terra è poca, a tal punto che se c’è richiesta, meglio vendere e esser liberi...). Dicono che stanno costruendo case a nastro anche all’Inferno, ti staranno preparando casa? Rif. 4996.
Rispondi a questo messaggio

Volevo ringraziare una nota ditta di costruzioni che, dopo aver cementificato tutta Mattarello, adesso sta replicando l’opera d’arte a Ravina. Ottimo, continuate cosi. Che non si veda più nemmeno un filo d’erba. Solo colate di cemento! Rif. 4977.
Rispondi a questo messaggio

Forse questa impresa che ha cementificato prima Mattarello e ora Ravina ha ottenuto tutti i permessi dal Comune, quindi forse bisogna farsi altre domande, Le pare? Non fermarsi all’ovvio. Rif. 4984.
Rispondi a questo messaggio

Se cadevano rami sulla tua macchina, la pensavi differentemente. Risposta al Rif. 4989

In Via Ghiaie a Trento hanno tagliato un albero secolare. Non sono un ambientalista né un fanatico, ma quando assisto ad uno spettacolo del genere mi viene una gran malinconia. E l’assessore all’Ambiente che dice? Lo rimpiazziamo con un giovane arbusto quel centenario o no? Rif. 4989.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Se cadevano rami sulla tua macchina, la pensavi differentemente

L’albero abbattuto era molto vecchio e nella nostra realtà, specie dei parenti, quando muore un anziano ci si commuove e si piange la sua scomparsa; deduco che quell’albero sia stato un tuo parente stretto. Forse se faceva cadere qualche ramo sulla tua macchina, la pensavi differentemente. Basti vedere i danni che madre natura ha fatto quest’inverno con eccessive nevicate... Per gli alberi caduti nei boschi trentini dovresti piangere e commuoverti a vita... Rif. 5004.
Rispondi a questo messaggio