>>>Bazar n.46 del 27 novembre

MESSAGGI DI RISPOSTA

Chiedere sempre lo scontrino per eliminare l’abusivismo. Risposta al Rif. 5686

Vi sono un sacco di fiorai nelle strade senza mai uno scontrino e la gente compera... Favorendo il nero e la «loro» malavita del sud Italia, anzichèla legge, fiorisce l’abusivismo! Meditate... e scoraggiateli! Altrimenti le nostre amate fiorerie trentine chiuderanno tutte! Rif. 5686.
Rispondi a questo messaggio

A Roma sono tutti egiziani, che non pagano le tasse. Rif. 5717.
Rispondi a questo messaggio

Piangere e fottere come in Campania... comprate da loro, senza uno scontrino e troveremo sempre più sta gente con tutto ciò che ne comporta. Poi non lamentiamoci... Rif. 5718.
Rispondi a questo messaggio

La gente, pur di risparmiare qualcosa, favorisce la crescita di queste malepiante e dei loro affari... io non ho mai visto fare una ricevuta da loro, chissà inoltre da dove vengono quei fiori. Fra qualche anno avremo un altro sud qui se continuiamo così... e poi piangeremo. Rif. 5719.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Chiedere sempre lo scontrino per eliminare l’abusivismo

Non posso che darvi ragione. Tengo a dire che i fiori li prendo in fioreria e mi viene fatto lo scontrino, anche per soli 3,00 €. Però qui a Rovereto – come penso a Trento e ovunque – fanno rabbia tante fiorerie dove lo stesso mazzo di fiori da una parte costa 3 e dall’altra 5, come mai?! Arrivano persino a farti pagare un rametto di verde! Dove vado di solito è incluso e non penso che nessuno regali niente, allora vuol dire che vogliono guadagnarci molto di più. E non parliamo dei fiori più pregiati o piantine, sulle quali può esserci differenza anche di parecchio. Infatti come mai quelle fiorerie sono spesso vuote? Il discorso dello scontrino è più che giusto, vale per gli abusivi, i cinesi e per tutti quelli che fanno i furbi, ma dipende anche da tutti noi consumatori che dobbiamo chiederlo. Un giorno sono andata in una piccola sartoria cinese per un lavoro, fatto anche bene direi, al momento del pagamento il cinesino mi fa: «Scontrino o no?» Ho risposto: «Certo, ma lei non dovrebbe neanche chiederlo...» Ma io sono la rompi... per tanta gente, ma è così che si combatte il nero, con un semplice gesto. Rif. 5749.
Rispondi a questo messaggio

Ma allora è vero?! Risposta al Rif. 5715

Siamo tutti capaci di lamentarci del peggio, ma nessuno parla quando va meglio. Il prezzo del carburante sta scendendo, ma tutti, giornali e tv compresi, fanno silenzio. Poi quando aumenta di un centesimo, si riparte con i peana che si levano altissimi. Rif. 5715.
Rispondi a questo messaggio

Risposta da
Ma allora è vero?!
Allora è vero che il prezzo della benzina è sceso! L’ho notato ieri, passando davanti ad un distributore: pensavo di essermi sbagliata! non ci siamo proprio più abituati. Rif. 5770.
Rispondi a questo messaggio

In che mondo siamo?! Risposta al Rif. 5747

Pino Morandini, devoto del vitalizio, dichiara: “Dei miei soldi rispondo a Dio”. Dio risponde: “Non ho parole, solo parolacce”. Diego Molter, “Milordo” morto d’infarto. Il presidente nazionale degli animalisti dichiara: “Gli sta bene”. Per cortesia, riaprite i manicomi. Rif. 5747.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
In che mondo siamo?!

Di fronte a certe dichiarazioni rimango pietrificato, incredulo e spaventato... Io non capisco più in che mondo viviamo... Rif. 5753.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Che lo castighi...

Dio lo castighi 790mila volte e tutti i soldi vadano in medicine. Rif. 5754.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Va a farte ciavar...

Alla ghigliottina... In dialetto trentino si dice «va’ a farte Ciavar ti è tuti quei che te core dreo...» Traduzione: «vai in quel paese tu e tutti quelli che ti corrono dietro...» In sintesi: «ne a cagar!» Rif. 5756.
Rispondi a questo messaggio