>>>Bazar n. 31 del 4 agosto 2016

MESSAGGI DI RISPOSTA

Mantenere tutto il giorno ’ste cosiddette «risorse»

Vedendo nel parco comunale delle Albere quante piante hanno piantato mi chiedo: chi è il genio che ha deciso di piantare un simile numero di piante? Un numero assurdo, tanto che fra poco dovranno toglierne per evitare che diventi una giungla inestricabile. Chi ha pagato tale indecente spreco? Chi pagherà la costosa manutenzione del tutto? Ma Pantalone naturalmente, perché il genio Dellai ha fatto sì che parco, strade e manutenzione non siano a carico degli speculatori, ma dei trentini di Trento. Così come gli inutili sottopassi, decine di milioni di euro della comunità per facilitare ed accorciare di qualche metro il tragitto dalle Albere alla città. Rif. 6306.
Rispondi a questo messaggio

Sono d’accordo e non solo per quanto riguarda le piante che dovevano essere messe con criterio, ma anche per tutto lo spreco assurdo di soldi pubblici e non che c’è stato per la costruzione di quegli edifici, secondo me mal progettati e strapagati; un quartiere che forse ha rubato risorse economiche dove magari ci sarebbe stata estrema necessità. Ma chi sono i geni che valutano le risorse e le priorità della comunità, ci si domanda spesso... Dubbi tanti, risposte mai... Rif. 6309.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Mantenere tutto il giorno ’ste cosiddette «risorse»

Risorse, sì certo, eccome! Ma solo per le cooperative e altro; certo, a scapito delle persone normali, dei lavoratori comuni di tutti i giorni, quelli che veramente lavorano e pagano con tasse profumate anche per mantenere senza far niente tutto il giorno ’ste cosiddette «risorse». Le fabbriche chiudono, le cooperative nascono dalla sera alla mattina: capirete che razza di futuro abbiamo!! Rif. 7572.
Rispondi a questo messaggio

Tale vegetazione viene messa proprio per ostruire la visuale...

Il fatto che tu asserisca che Trento dovrebbe avere un Sindaco mi fa sorgere molti dubbi! La delinquenza ormai si è radicalizzata da molto tempo anche nella nostra città, che da troppi anni ormai è in mano a balordi per lo più extracomunitari che fanno il bello e cattivo tempo, sia di giorno che di notte! L’Amministrazione Comunale latita nelle cose di maggiore importanza, lasciando strade di passaggio in condizioni di vera e propria inagibilità... È stato apportato il grazioso laghetto artificiale nel parco di Melta e non si provvede a pulirlo, lasciando emergere alghe e sporcizia varia.... Si mettono assurdi arbusti agli angoli delle strade (vedi zona laterali di Corso Buonarroti) che ostruiscono la vista quando ci si immette nell’arteria principale, (che servono solo per far fare i propri bisogni ai cani)... Si protesta con il comando dei vigili urbani e questi fanno orecchie da mercante... sponsorizzando quindi di fatto possibili incidenti stradali per mancata visibilità... Eppure tutto è «sotto controllo» e «si sta facendo il massimo!». Si sono spesi milioni di euro per agevolare la lottizzazione a livello delinquenziale dei giardini di Piazza Dante, dove nullafacenti di tutte le razze si sono appropriati del territorio, ma quando si va a votare... le persone votano sempre in direzione socialmente suicida! E delle Albere nessuno dice nulla e fa nulla... milioni di euro che stanno andando ora dopo ora in decadimento. Soldi pubblici e grazie ai vasconi di acqua stagnante delle vie laterali al Muse... da tre anni Trento è invasa dalle zanzare... laddove fino a tre anni fa... non si sapeva nemmeno cosa fossero da noi le zanzare! Eppure è stato fatto e viene fatto tutto quanto è possibile fare! Rif. 7560
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Tale vegetazione viene messa proprio per ostruire la visuale...

Per quanto riguarda le aiuole che ostruiscono la visuale, qualche tempo fa ho avuto l’occasione di parlare con una delle persone che gestisce il verde nelle rotatorie, questa sostiene che tale vegetazione viene messa proprio per ostruire la visuale e costringere gli automobilisti ad andare piano... capisci in che mani siamo? Rif. 7569.
Rispondi a questo messaggio

Se beccano uno di loro lo fanno scendere alla prossima fermata e basta! A noi, la multa

Se Trentino Trasporti volesse far quadrare i conti a fine anno, basta che metta i controllori sugli autobus che vanno a Trento Nord. Ad esempio sul numero 17, che io prendo ogni giorno per andare al lavoro e poi per tornare a casa. Il 99% degli extracomunitari viaggiano gratis. Non solo, visto che io ho la tessera, pago anche per loro, che viaggiando gratis, si accomodano subito nei posti liberi. Mentre io dovendo passare la tessera davanti all’obliteratrice, perdo tempo e mi faccio Lavis -Trento in piedi. Idem la sera al ritorno. Trentino Trasporti farebbe i miliardi a palate se venissero controllati tutti gli autobus che vanno e vengono a Trento nord. Invece che aumentare i prezzi dei biglietti e abbonamenti ogni anno. Tanto pagano sempre gli stessi... Rif. 7567.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Se ci prendono a noi «mortali» ci facciamo una figura barbina...

Appunto... oltre tutto cafoni..che si siedono, non lasciano il posto agli anziani. Su 70, 20 pagano e 50 viaggiano gratis... Se ci prendono noi comuni mortali ci facciamo una figura barbina. Per forza che l’Italia è in deficit. Non ci sono controlli nemmeno per questa gente. Grazie, insomma, a tutti... Specie a quelli che ci governano. Rif. 7881.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Non solo la linea 17...

Ma il problema non riguarda solo la linea 17: anche su altre linee... Poi prendono quelli che pagano sempre... Rif. 7880.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Se beccano uno di loro lo fanno scendere alla prossima fermata e basta! A noi, la multa

Guarda che lo sanno benissimo che gli extracomunitari non pagano! Se tu non hai il biglietto ti fanno la multa, se beccano uno di loro lo fanno scendere alla fermata successiva e basta! Abbiamo e stiamo importando troppa delinquenza, probabilmente anche i controllori hanno paura di facili coltelli! Forse è meglio che non paghino perché se così fosse, sappi che, purtroppo, lo fanno con i nostri soldi! Li avete fatti entrare in Europa?? Questo è il risultato! Rif. 7579.
Rispondi a questo messaggio

Poi non si offenda se trova qualcuno che gli/le risponde a tono...

Hai mai sentito parlare di pensiero dicotomico? Bene, informati perché l’argomento ti riguarda molto da vicino. Mi spieghi quale nesso logico trovi tra rilanciare il turismo implementando le offerte turistiche con soluzioni alternative adottate in diverse parti del mondo... ed i cani che defecano per le strade? Cerca di collegare il cervello prima di scrivere... è importante. Se non per te, almeno per chi legge le tue cavolate... Rif. 7473.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Nel 2005, approvata la legge che permette di creare delle zone ad hoc per naturisti

Tanto per entrare in argomento riguardo ai benefici economici che il naturismo porterebbe nel settore turistico del Trentino, desidero far presente che già nel 2015, dal Lago di Garda alla Valpolicella, è stata approvata la legge che permette di creare delle zone ad hoc per naturisti! La Regione Veneto ha approvato una nuova legge che promuove lo sviluppo del turismo naturista: il bacino di visitatori, provenienti dall’Europa, che pratica questo stile di vita si allargherà anche ad alcune aree del veronese. Alcune zone, infatti, che vanno dal Lago di Garda alla Valpolicella sono state prese in considerazione per delle “riserve” accessibili solo a chi fa proprio questo modo di vivere la vacanza. Saranno gli stessi Comuni a proporre dei bandi che verranno poi affidati ad associazioni o privati per sviluppare queste aree ed adibirle a livello turistico. Si dicono soddisfatti, come si legge sulle pagine de L’Arena, i responsabili dell’associazione “Tre Venezie naturismo” per l’importante risultato ottenuto. Fino adesso, infatti, l’unica spiaggia dove si pratica naturismo in Veneto è quella del Mort, a Jesolo, concessa ai naturisti a partire dal 2011. Il consigliere Andrea Bassi ha sostenuto il progetto di legge perché, oltre a tutelare la libertà dei praticanti, ha intravisto in esso possibilità di crescita economica a livello di turismo. Con Verona che diventerà la terza provincia d’Italia a offrire questo servizio, il fatturato aumenterà di sicuro. Per il momento è più facile che tali strutture si realizzino in Valpolicella, sul Lago di Garda vige una filosofia maggiormente conservatrice... e come ogni cosa, il Trentino rimane sempre fanalino di coda,... grazie ad una mentalità retrograda e bigotta che anima la vita cittadina da secoli! Rif. 7573.
Rispondi a questo messaggio

Altre risposte...

Mio caro forse lo sforzo per te è eccessivo, mi rendo conto... la discussione partiva dalla proposta fatta di attirare il turista nudista, esposto anche alla vista di chi non ha il piacere di incontrarne le pudenda altrui con lo sguardo neppure per errore. Anche se il nudismo è cosa naturale (tutti siamo nudi) altrettanto naturale è fare altre cose e altrettanto sgradito vederle. Pensi di farcela adesso? Il cervello, mio caro, collegalo tu se non riesci a mantenere il filo del discorso... P.S. dicotomico.. hai imparato una parola nuova e volevi usarla a tutti i costi? Rif. 7508.
Rispondi a questo messaggio

La tua risposta mi fa ora comprendere maggiormente perché non riesci a collegare il cervello.... Prima di reiterare delle «cavolate»! La tua subcultura bigotta, composta da un coacervo di tabù e di ignoranza culturale, te lo hanno atrofizzato ancora in giovane età e quindi non ha avuto possibilità e opportunità per evolversi, imparando e conoscendo quella che è l’antica scuola del Fkk (Freikorpercultur), risalente agli inizi del 1800! Prima di sparare altre cavolate, vai almeno a leggerti su Google «Le ragioni terapeutiche del naturismo»! E come saggiamente ti ha risposto un altro lettore, ...prima di fare ulteriori brutte figure, (che solo l’anonimato ti salva dal porti in ridicolo), informati su cos’è un «villaggio naturista» e la filosofia che anima tale spirito di vita! In quanto a «dicotomico», questo termine l’ho imparato trentacinque anni fa, quando mi sono laureato in psicologia... A differenza tua che sei andato a cercartelo su Google! Probabilmente la tua mente non va più in là del tuo «membro», ecco spiegato quindi perché vanno di pari passo... Rif. 7544.
Rispondi a questo messaggio

Ma chi crede di essere? Lei non sa nulla di me dei miei studi, non conosce la mia età il mio sesso, ma vedo che vuole a tutti i costi ostentare la sua presunta cultura... Peccato che non riesca a far percepire un minimo di educazione! Usi pure gran bei paroloni se la rendono più sicuro di sé... Ostenti pure i suoi genitali: distrarranno l’attenzione dal suo colto ciarlare... Rif. 7562
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Poi non si offenda se trova qualcuno che gli/le risponde a tono...

Da lettore esterno alla discussione posso asserire con sicurezza che, in questo discorso, il primo a fare il brillante ed a fare insinuazioni è stato il/la signore/a della frase “Dicotomico... hai imparato una parola nuova e volevi usarla a tutti i costi?”. Che poi non si offenda se trova qualcuno che gli/le risponde a tono, sia riguardo alla maleducazione che all’argomento trattato inizialmente (del quale ha sproloquiato, ripetutamente, dimostrando di non conoscerlo minimamente). Rif. 7575.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Spero che le scuole dove ha studiato Lei abbiano istituito il numero chiuso!

Prendo nota – e con me anche gli altri lettori –, che i contenuti della sua risposta sono carichi di una veste culturale che ahimè sfugge ai più, inoltre sta dimostrando ricchezza di argomentazioni che sicuramente offrono spunti di ampio dibattito. Le sue argomentazioni per di più sono indice di un’intelligenza di livello superiore! Complimenti, spero che le scuole dove ha studiato Lei abbiano istituito il numero chiuso! Rif. 7576.
Rispondi a questo messaggio

NUOVI MESSAGGI

Aguzzate la vista!

In occasione dell’acquisto di una Tv led 4k ultima generazione, un 60 pollici, ho visto la pubblicità da Leonardelli a 899 (che in abbinata regalava un orologio), poi mi guardo in giro e vedo la pubblicita di Mediaworld: oggetto uguale a 799 in abbinata un anno di sky gratuito (si fa per dire, dato che in realtà non te lo concedono). Ambedue le offerte sopra elencate, promosse da rateabilità a interessi zero. Quando ero oramai deciso per il prezzo di Mediaworld piuttosto che Leonardelli, vedo la pubblicità senza omaggio di Unieuro a 699 e procedo all’acquisto in contanti, senza affidarmi alle furbissime finanziarie. Un consiglio: guardatevi i costi prima... Rif. 7578.
Rispondi a questo messaggio

Se fa i misteri cossi’ l’e’ meio che el lassa perder

Volevo dirghe a quell’uno che ha taia siepi o qualcos a Vigo Meano in Via dei Campi... che no se lassa tuta la sporcheria endo’che se e’ taia’(ho fat foto!) ...ma se se la porta via, e se la scarica al CRM, come fa tuti quei che fa quei misteri lì! E ghe digo anca che se tuti quei che fa quel tipo li’ de mister i fussa sporconi come lu’ naressen ben! El se vergogna sior... e se el fa i misteri cossi’, l’e’ meio che el lassa perder e che el staga a so casa a far parole crociate! Rif. 7574.
Rispondi a questo messaggio

La vita sociale è cambiata ma in peggio

Spesso se in città si verificano fatti di violenza e tafferugli fra immigrati, poi al tg viene riferito che la persona in questione è già conosciuta dalle forze dell’ordine per fatti analoghi. Io mi chiedo: se una persona è pericolosa aspettiamo che ci ammazzi tutti prima di prendere provvedimenti?! Stiamo degenerando, va sempre peggio, c’è da rendersi conto che la vita sociale è cambiata, ma in peggio... Rif. 7585.
Rispondi a questo messaggio

Diceva Totò: «E io pago», oggi diciamo: «E noi paghiamo...»

Oltre la pura vergogna: alla popolazione ROSSI proclama che in Pat non ci sono più soldi manco per i fornitori, mentre fra di loro c’è in programma un piccolo ritocco di stipendio. Loro si aumentano lo stipendio di 500 euro circa, ma vi rendete conto dove vanno i voti che noi diamo a questa schifo di politica... La mitica frase di Totò: «...e io pago», anche vista al plurale («e noi paghiamo») dovrebbe invogliarci ad un risveglio prima che la politica autonomista ci tolga pure l’acqua e l’aria giornaliera... Rif. 7583.
Rispondi a questo messaggio

I cinque stelle costretti a diventare un «vero» partito

In quale strana dittatura stiamo vivendo? Libertà di fare apologia del nazismo per i fascisti di Casa Pound e condanna del M5S perché la sua vita è regolata da un NON-STATUTO... E i pentastellati s’inginocchiano davanti a una simile assurda imposizione senza protestare... Facciamo un’ipotesi realistica. Un gruppo di iscritti al M5S ha dei contatti sospetti col mondo della criminalità. Da oggi il M5S non li può espellere! Deve allinearsi con quei partiti che sono sorretti da una folla di pregiudicati e di amici dei mafiosi... Insomma deve perdere quella caratteristica fondamentale che li rende diversi dagli altri partiti o movimenti. È pazzesco! Però tutte le dittature sono pazzesche e se non c’è un popolo che scende per le strade a protestare pacificamente, le leggi assurde continueranno a essere promulgate, magari a colpi di fiducia di una maggioranza di poltronari che sorregge un governo ritenuto illegittimo da chi difende ancora la vecchia Costituzione: quella che si vuole abolire con un SI al referendum di ottobre. Il fatto più divertente e drammatico nello stesso tempo si ritrova in quel 49% che vorrebbe votare «SI» attualmente. Poi, con qualche spinta più o meno irregolare si può arrivare al 51% del 50% degli aventi diritto al voto... Rif. 7568.
Rispondi a questo messaggio

Gentile Sindaco Oss Emer, venga a farsi un giro tra Madrano e Canzolino...

Invitiamo il sindaco Oss Emer di Pergine a farsi un giro a pedi e poi con diversi mezzi: spingendo una carrozzina, in bici, in moto, in auto, lungo la strada Madrano/Canzolino. Avrà modo di constatare personalmente lo stato di degrado delle «strette»! Disgustoso il comportamento di alcuni residenti che in campagna elettorale si sono recati presso molte abitazioni, elemosinando voti e che ora è evidente non muovono paglia per farsi portavoce dello stato di degrado e incuria della frazione. Vergognoso!! Noi paghiamo le tasse, non riceviamo in cambio neanche l’essenziale. Rif. 7587.
Rispondi a questo messaggio

Inutile dare agli altri per poi esser ringraziati così

Dopo le recenti stragi, non per ultima quella di Monaco, viene da pensare che noi diamo ospitalità alle popolazioni disagiate e loro per ringraziarci ci potrebbero far guerra, provocando magari disastri inperdonabili come quelli di Nizza e di Monaco e tutte le altre compiute prima. Forse anche la nostra amata Chiesa che vuole aiutare, dovrebbe difendere chi qui vive e ha sempre dato al suo paese, inutile dare agli altri per poi esser ringraziati così... Rif. 7584.
Rispondi a questo messaggio

Pur di apparire non si vestono neppure

Fa caldo d’estate, ed è ovvio che vien voglia di spogliarsi il più possibile, ma la moda estiva nel sesso femminile, mi sembra un po’ esagerata, specialmente nelle ragazze giovani, che pur di apparire fra poco non si vestiranno neppure. Oramai il loro abbigliamento (innocente) fa vedere un po’ troppo, mettendo il fuoco nelle vene del pubblico maschile. Sapete com’è, occhio non vede... E (spesso) mano non offende. Rif. 7585.
Rispondi a questo messaggio

Combattiamo l'Isis o stiamo a guardare?

A 100 anni dalla Prima guerra mondiale, mi spiace per i fanatici che mettono le bandiere della pace su poggioli e finestre, ma alla luce dei fatti di questo triste 2016, la guerra pare sia tornata. Combattiamo contro l'Isis che dove colpisce fa una strage, mentre noi stiamo a guardare in silenzio e non possiamo fare nulla... Rif. 7586.
Rispondi a questo messaggio