>>>Bazar n. 2 del 12 gennaio 2017

MESSAGGI DI RISPOSTA

Da noi le campane non hanno mai turbato la tranquillità di nessuno

Abbiamo deciso di rivolgerci direttamente al Parroco della Parrocchia di Vigo Meano per chiedere lumi allo scampanio delle ore 6.30, 7.30, 7.45. A quale pro? In città le campane iniziano il loro lavoro alle 7 del mattino... Ovunque, in ogni parrocchia: perché mai quindi noi ci si deve sorbire ogni santo giorno un simile rompimento di timpani?! Ma non si può fare che le campane suonino alle 7 come ovunque e poi alle 7.45 per la Santa Messa delle 8? Speriamo si possa far qualcosa, altrimenti chiederemo aiuto altrove. Perché davvero la cosa sta diventando insopportabile. Rif. 7899.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Meglio le moschee?

Augurati che al posto delle campane non suonino la nenia delle moschee, le potresti rimpiangere amaramente! Rif. 7910.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Domani dovremo spegnere i minareti...

Va bene, possiamo spegnere tutte le campane che vuoi. Vedremo poi se in futuro riuscirai a fare spegnere i minareti che sorgeranno al posto dei nostri campanili. Rif. 7911.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Da noi le campane non hanno mai turbato la tranquillità di nessuno

Anche nel mio paese un nuovo arrivato detesta le campane...Forse siete voi che avete qualche problema... La campana suona da quando è stato costruito il campanile e non ha mai turbato la tranquillità di nessuno, sia neonato che anziano. Le campane scandiscono le ore, danno gioia, trasmettono annunci di morte, festa ecc... Siete voi che avete sbagliato posto nel cercare casa e sono certa che non vi basterebbe lo spostamento dell’orario. Troppa gente tenta di togliere tradizioni di ogni tipo. O ti adegui o te ne vai...Magari in cima al Bondone dove non ti turba nessuno. Ale. Rif. 7912.
Rispondi a questo messaggio

Mps e Cooperazione trentina: ora siamo tutti azionisti...

Quando il Monte dei Paschi venne ideato, creato, diretto e presieduto per secoli da gente che aveva si e no la licenza elementare, divenne non solo la prima, ma anche la più prestigiosa Banca del Mondo, e quando venne preso in mano da certi personaggi ha fatto la fine che ha fatto. Adesso però pretenderei che il Governo tolga l’intera Dirigenza di Banca d’Italia e della Consob, con licenziamento di ogni dirigente con responsabilità di controllo sulla Banca, e la confisca totale dei loro beni personali da devolvere ai risparmiatori rovinati... Rif. 7908.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Mps e Cooperazione trentina: ora siamo tutti azionisti...

Come giustamente dichiara qualcuno, il salvataggio compiuto dallo Stato Italiano viene fatto con soldi di fatto nostri, di tutti. Quindi anche noi uomini e donne della strada siamo diventati azionisti. E a questo punto vorremmo quanto meno conoscere i nomi di chi ha contrinuito a creare quell’enorme buco nell’Istituto senese. E a noi trentini, tra l’altro, piacerebbe sapere chi ha contribuito, magari colpevolmente, a far vacillare la Cooperazione Trentina (vedi vicende Cassa Rurale Folgaria e altre...). Grazie. Rif. 7918.
Rispondi a questo messaggio

Storia dell’idraulico sbevazzone...

Risposta al Rif. 7870. Oltre al fatto che sono diventati carissimi tutti, anche le ditte individuali, anche l’ultimo degli stagnini chiede cifre che urlano vendetta al cielo... Oltre a questo, una cosa bisogna evitare: i parenti... Se avete un cognato, un cugino o un nipote che parrebbe fare al caso vostro, per le vostre necessità di lavori: toglietevelo dalla testa. Vi pelano molto di più degli estranei. Credetemi. A me è successo. Lisa. Rif. 7884
Rispondi a questo messaggio

Se siamo cari? Fattelo da solo, allora. Se siamo antipatici, fattelo da solo. Se tuo cugino lo fa meglio, fallo fare a lui. Se sempre e comunque avresti saputo fare di meglio, fattelo. Se comunque avresti potuto risparmiare, fallo. Se invece sai che costa più un lavoro mal fatto di uno fatto professionalmente da un professionista, scegli un artigiano. Ti costerà meno di quello che credi. sempre e comunque. Perché anche se non sembra Artigiano fa rima con artista, con professionista e con stacanovista. Rif. 7902.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
Storia dell’idraulico sbevazzone...

Ho chiamato un artigiano idraulico, per sostituirmi i tubi del lavandino della cucina (casa privata). È venuto a vedere, di buon mattino poi mi ha chiesto un anticipo di 200 euro, rassicurandomi che nel giro di due ore tutto sarebbe stato finito. Da solo non potevo fare nulla, e chi me lo ha consigliato era una persona fidata. Dopo pranzo sono sceso al bar a bere il caffè e ho trovato il fantomatico idraulico, avvinazzato, e appena vistomi mi ha detto che non stava bene, e che sarebbe venuto il giorno dopo. Io con la cucina mezza smontata, ho intuito che era ben bevuto. All’indomani mattina è venuto e mi ha sistemato il tutto, in un batter d’occhio, mi ha detto che se mi andava bene nei 200 euro vi erano il lavoro e i ricambi... Tutto ok, poi chiacchierando al bar il barista mi ha riferito che era lì dal mattino a bere dato che aveva un lavoraccio da fare... Artista di gran bugie... Rif. 7916.
Rispondi a questo messaggio

Messi di fronte alla scelta tra vita misera e morte atroce...

Dopo aver sentito il ministro Poletti rivolgere insulti sanguinolenti ai giovani che vanno all’estero a cercare un lavoro, mi viene voglia di rivalutare le tesi sciagurate di Lombroso... Si, mi rendo conto che è un terreno minato perché ci sono stati tanti demoni dalla faccia d’angelo che hanno ridicolizzato Lombroso e poi c’è stata santa Teresa di Calcutta, per esempio, che bella non era, ma guardando la faccia del ministro Poletti mi sembra impossibile non fare dei cattivi pensieri. Non appartengo a nessun partito politico, parlo solo per esprimere l’indignazione di un uomo libero da preconcetti. La carriera strepitosa di questo perito agrario è inspiegabile e la sua sicura permanenza nell’attuale Governo (dopo questa manifestazione di pura barbarie) è ancora più inspiegabile. Sono tanti, troppi i misteri che circondano questa sinistra, ma quando penso che il PCI sia stato invaso da ultracorpi provenienti dalle logge massoniche e da reparti di gladiatori di cossighiana memoria, il mio animo si rasserena come quando trovo una risposta soddisfacente alle più angosciose delle domande. Rif. 7889.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
Messi di fronte alla scelta tra vita misera e morte atroce...

Ma esiste davvero qualcuno convinto che la precedente vita di un profugo, a casa sua, tra guerre, bombardamenti ed assassini di familiari e conoscenti, possa essere anche solo lontamente paragonabile ad una vita di povertà in Italia? Esiste davvero qualcuno convinto che possa esistere al mondo una sola persona che messa di fronte alla scelta morte atroce/vita misera, questa scelga la morte?!? Forse sarebbe ora che quel “qualcuno”, prima di parlare, si rendesse conto di quello che sta realmente succedendo attorno a lui... Rif. 7915.
Rispondi a questo messaggio

No ghè pu schei, cari milanesi... Accontentatevi, dai...

Siamo una famiglia milanese in vacanza in Trentino. Nei nostri giri siamo capitati a Levico Terme e abbiamo deciso di salire sulla montagna che la sovrasta che abbiamo scoperto chiamarsi Vetriolo-Panarotta. Appena giunti al centro abitato ci è parso di essere in... guerra. Contrariamente a quanto decantato dai depliant pubblicitari, ci siamo trovati di fronte un mucchio di case deserte e ruderi pericolanti che manco in Siria... Alcuni ruderi, come quello dell’Albergo Trento sono davvero pericolanti e pericolosi per chi ci passa nelle vicinanze: vetri e calcinacci potrebbero cadere e ferire qualche escursionista, ma non vi è traccia di recinzioni o protezioni. Come è possibile tutto ciò? In Trentino, poi?!?! Rif. 7896.
Rispondi a questo messaggio

Risposta
No ghè pu schei, cari milanesi... Accontentatevi, dai...

Gentili turisti, forse non lo sapete, ma qua ci stanno costringendo a mantenere vagonate di immigrati fancazzisti... No ghè pu schei, cari milanesi... Accontentatevi, dai! Rif. 7914.
Rispondi a questo messaggio

L’educazione e la dignità di quel senzatetto in Via Perini

Dicono che non si può fare niente per arrestare l’invasione dei profughi dilaniati dalle guerre e dalla fame, eppure qualche piccolo rimedio per eliminare gli aspetti più drammatici di questo esodo c’è, ma stranamente si continua a mantenere questa condotta totalmente sbagliata. Faccio un esempio. Spendiamo cifre enormi per cercare di recuperare naufraghi e naufraganti, senza che questo impedisca una strage degli innocenti. Sapendo che ognuno di quei disperati versa circa mille euro per attraversare il mare rischiando la pelle e arricchendo gli scafisti (hanno condannato solo a 18 anni di galera il criminale che causò la morte di 700 persone.... Come siamo buoni!) perché non organizziamo un servizio di trasporto regolare facendo pagare 100 euro a persona? Sarebbe la fine per gli scafisti e per le stragi sul mare... Prima di imbarcarli sarebbe giusto consegnare una lettera in cui si informano gli esuli che in Italia ci sono 17 milioni di poveri e 5 milioni che vivono di elemosina... Diciamo loro che vivranno come gli italiani ridotti in miseria, nelle auto, nelle scatole di cartone e nelle baracche... È giusto e doveroso informare questa gente affinché non si facciano grandi illusioni. E non pretendano condizioni migliori degli italiani poveri. Questo si potrebbe fare, ma ci sono troppi che si oppongono perché per loro finirebbe la pacchia. Rif. 7889.
Rispondi a questo messaggio

la tristezza tutta italiana di questi giovani (e non solo i giovani): vederli costretti ad andare via da questo Paese per le speranze morte, spente con una responsabilità cieca della politica tanto corrotta e incapace, attenta solo ai propri interessi personali, vedi pensioni e privilegi vitalizi e quant’altro; loro che hanno distrutto completamente il paese, raso al suolo le aspirazioni, spento senza quasi più speranze da guardare avanti. E che dire della famosa legge riforma pensioni Fornero? Qualche responsabilità di tutto questo? Se lo devono chiedere e guardarsi bene allo specchio chi l’ha voluta e firmata. Se sono esseri umani e cristiani, se non altro per rispetto della giovane ragazza perita nella strage di Berlino, ritornata in Germania perché il Italia non aveva prospettive. Eppure i soldini per le banche in crisi ci sono sempre e... subito a disposizione. Rif. 7895.

Rispondi a questo messaggio

Risposta
L’educazione e la dignità di quel senzatetto in Via Perini

Ho provato una grande tristezza nel vedere un uomo, forse di nazionalità spagnola, chi lo sa, che dormiva sotto un ammasso di coperte con il gelo di questi giorni in via Perini a Trento, nell’androne della Rai, peraltro intervistato dalla giornalista. Con quanta dignità, con quanta educazione si è presentato a noi, cosa che a noi persone definite normali spesso non riesce. Forse i veri barboni siamo noi: persone senza identità, frenetici, schizzati di nervosi e frette, invidie e altro, correre dietro ai saldi, all’occasione da non farsi scappare, e non ci domandiamo il perché le responsabilità di chi ha ridotto le persone in quel modo sotto un ponte abbandonati, ma molto più dignitosi e rispettosi di noi, in una società dove l’unico scopo appare solo il valore del dio denaro: non per il bene comune. ma fine a se stesso, per l’interesse strettamente personale. Rif. 7917.
Rispondi a questo messaggio

NUOVI MESSAGGI

Mi chiedo solo se le guardie mediche sono all’altezza del loro compito professionale

Ma alla guardia medica cosa ci stanno a fare? Questa notte alle 4.30 ho telefonato alla guardia medica perché avevo da alcuni giorni 38.5 -39 di febbre con tutti i sintomi influenzali. Ho fatto presente che prendo tachipirina (1000) divisa in due parti ogni 4 ore. Senza tuttavia sortire alcun effetto positivo. Mi viene detto dal medico di turno che essendo adulto devo prendere pastiglie intere da 1000 e non da 500 mg.. Leggendo sia il bugiardino che informandomi su Internet, vengo a scoprire che tachipirina 1000 ha più che altro effetti antidolorifici e non antipiretici. Questa mattina mia moglie è andata in farmacia dove hanno escluso assolutamente l’uso di Tachipirina 1000 per effetti antipiretici. In effetti gli stessi due bugiardini di riferimento ne riportano funzioni diverse! Nella 1000 non viene indicata la funzione antipiretica ma solo antidolorifica. In tale circostanza è stata appunto consigliata la Tachipirina 500 per uso antipiretico! Non faccio ulteriori commenti… Mi chiedo solo se la guardia medica era all’altezza del suo compito professionale… Nulla più! Rif. 7921.
Rispondi a questo messaggio

Nessuno è in grado di renderci persone felici se non siamo felici dentro di noi...

Una delle principali valutazioni personali che ogni individuo deve arrivare a formulare dentro di se è che nessuno è in grado di renderci persone felici se non siamo felici dentro di noi. L’errore umano più comune è quello di attribuire a qualcuno il potere di renderci delle persone felici. In questi casi si corre un rischio terribile: quello di rendere degli estranei, artefici del destino della nostra vita. Noi dobbiamo imparare a ragionare e comportarci in maniera autonoma ed emotivamente autosufficiente a gratificare le nostre aspettative. Solo le aspettative che dipendono da noi stessi, una volta raggiunte ci possono dare una duratura condizione di stabilità emotiva e di felicità reale. Se noi sconsideratamente diamo ad un’altra persona il potere enorme di poter incidere sui nostri stati d’animo, saremo sempre schiavi della volontà o dell’umore di quest’ultima. La nostra crescita individuale a livello introspettivo deve avvenire su basi di assoluta autodeterminazione, creando dentro di noi una forza autonoma data da livelli di gratificante autostima. Solo quando noi avremo costruito dentro di noi questa energia esistenziale di livello superiore, avremo la possibilità di relazionarci in maniera autonoma con gli altri senza farci minimamente influenzare dagli stati emotivi e comportamentali di chi entra in relazione con noi. Questo ci salvaguarda anche a livello di stabilità mentale perché potrebbe verificarsi il caso che persone anche a noi affettivamente vicine, possano godere di uno stato mentale non perfettamente equilibrato e ciò danneggerebbe direttamente o indirettamente anche il nostro equilibrio personale. La nostra centratura personale deve avvenire dopo avere abbandonato qualsiasi concetto di proprietà e di possesso mentale nei confronti delle persone con le quali decidiamo di relazionarci. Se nell’ambito di un rapporto dopo avere mentalmente visionato su ampia scala ogni dettaglio ed ogni comportamento, alla fine delle nostre valutazioni, rileviamo che tale rapporto non ci da gratificazione ed armonia relazionale, dobbiamo avere la capacità naturale di interrompere detto rapporto in quanto non fa altro che destabilizzare le nostre migliori condizioni esistenziali e ci impedisce di orientarci verso scelte più gratificanti per la nostra vita e per la nostra felicità. Questa scelta valutativa necessita per prima cosa, per potere essere presa in considerazione, di livelli ottimali di autostima che ci permetterà di non essere influenzati da condizioni di paura o debolezza psico-emotiva. Un percorso di crescita personale conduce l’individuo a raggiungere adeguati livelli di autostima al fine di realizzare nell’ambito della propria volontà progettuale i migli! ori e più sani obiettivi per il raggiungimento della propria Felicità personale, scevra da condizionamenti di sorte. A.B. Rif. 7922.
Rispondi a questo messaggio

Un centesimo di sconto al distributore: i s’è propri sbregadi

Una parola sul rincaro benzine e carburanti: viaggiando per lavoro faccio una media di 200 km al giorno: non trovo o vedo un distributore uguale ad altri come prezzi, manco se sono della stessa compagnia petrolifera. Ma sentite questa: a Trento, sulla vecchia strada per Martignano, c’è un nuovo distributore self service, «collegato» ai Supermercati Poli, dove inserendo la tessera fedeltà ti dà uno sconto di... – udite udite, tenetevi forte – un centesimo al litro. Ostrega, i s’è propri sbregadi... Rif. 7827.
Rispondi a questo messaggio

Da cesare zavattini a checco zalone

Il 12/11/1976 alle ore 17,30 il noto scrittore regista Cesare Zavattini iniziò una trasmissione alla radio pronunciando ad alta voce la parola CAZZO. Successe un finimondo perché a quei tempi dominava la DC bigotta e si rischiava la galera per molto meno. Da quel giorno ne è passata di acqua sotto i ponti! Un po’ alla volta le parole osè si sono insinuate in tutte le reti per la gioia degli ascoltatori fino a raggiungere livelli davvero ignobili con comici come Benigni, Crozza, Checco Zalone e tanti altri. Contemporaneamente si opponeva una strenua resistenza in gran parte dei programmi televisivi alle piccole volgarità quotidiane accettate anche nei monasteri. Ipocrisia? Solo ipocrisia? Io vorrei sapere perché certi personaggi possono dire quello che vogliono e altri non possono neanche dire merda! Oppure culo... C’è qualcuno che sa darmi una spiegazione? È una domanda che faccio perché ho scritto un libro dal titolo «Se la merda avesse un valore i poveri nascerebbero senza buco del culo». Scrittori, editori,comici e via dicendo, m’hanno detto che il titolo era troppo volgare e che non era pubblicabile... Poi passo in una strada di Torino e vedo un grande manifesto con su scritto «La Merda», spettacolo che veniva rappresentato in un teatro. Signori, a questo punto voi mi direte che sono volgare se vi chiedo: MA IN CHE CAZZO DI MONDO VIVIAMO? Rif. 7924.
Rispondi a questo messaggio

Le scuse e le lacrime di coccodrillo

Hanno chiesto scusa i due giovinetti altoatesini, ma rischiano fino a due anni di reclusione per vilipendio (Tobias Gamper, 22 anni, e Jan Gerstgrasser, 18, entrambi di Naturno in Val Venosta) che in allegria avevano strappato una bandiera thailandese in Thailandia. Pensavano di poter esportare la loro idiota apatia nei confronti di vessilli di ogni genere, compreso quello italiano (si capisce, sono crucchi...). Adesso un bello spavento per loro e per mamma e papà. Ah, e state certi che non lo faranno mai più. PS: A proposito, ma che diavolo ci facevano in Thailandia?! Rif. 7920.
Rispondi a questo messaggio

Il gioco delle tre carte è espressamente proibito dalla Legge

Il nuovo Capo del Governo ha voluto precisare che continuerà l’opera del precedente (non era necessario che lo dicesse...) e questo mi fa pensare che forse non esiste limite al ridicolo. Alla fine cosa si è voluto dimostrare? Che Renzi diceva la verità quando dichiarava di volersi dimettere in caso di sconfitta al referendum? Ma lui aveva detto che usciva dalla vita politica! Non aveva detto che avrebbe continuato a governare inviando pizzini a Gentiloni... È tutto un gioco delle tre carte con l’avallo di Mattarella? Ecco, a Gentiloni vorrei dire che il gioco delle tre carte è espressamente proibito dalla Legge. Vorrei dare dei consigli elementari per uscire dalla crisi, già adottati da altre nazioni con successo, ma visto che Renzi non li ha mai voluti seguire è inutile che li dia a Gentiloni. Con quei dieci miliardi all’anno buttati per regalare 80 euro a chi non moriva di fame, quante cose si potevano fare! E poi, per fronteggiare questo terrorismo occorrerebbero due milioni di poliziotti in più e non F35 e navi da guerra. Parole al vento: parole che forse non si trasformeranno neanche in inchiostro sui giornali perché contengono verità fastidiose per chi ci governa. Rif. 7923.
Rispondi a questo messaggio

Finalmente i Mercatini sono finiti. I prossimi fateli in Bondone...

Finalmente questi balordi mercatini balenghi sono finiti. Gli unici che si ingrassano con queste cavolate kitsch sono il Comune (se è vero come ha scritto un lettore il mese scorso che chiedono 150 euro al giorno per ogni baracca), ed i commercianti, che poi – in ogni caso – sono sempre pronti a piangere che gli affari vanno male... Per non parlare del traffico e dell’inquinamento. Se volete i mercatini a Dicembre prossimo fateli in cima al Bondone! Sempre territorio comunale è. Rif. 7925.
Rispondi a questo messaggio

Paolo Gentiloni è più sommesso di Renzi: sarà più efficace?

Eravamo abituati a vedere Matteo Renzi tutti i giorni in tv, sempre pronto a farsi sentire su qualsiasi cosa. Ora invece Gentiloni già parla piano e a voce bassa, ma mi sembra che non vi sono poi tanti servizi con qualche novità. Certo che sarebbe bello vedere il Governo annullare la troppa burocrazia e i troppi lauti stipendi degli onorevoli. Non a caso ora dobbiamo mantenere anche Renzi. Sarebbe bello vederlo cadere ’sto Governo per vedere i nostri politici regionali tornare a casa senza pensione... Ma sino alla data di maturazione di pensione e vitalizi, il Governo lo faranno rimanere, altrimenti ...loro ci rimettono. Chiaro, no?! Rif. 7926.
Rispondi a questo messaggio

Oroscopo irrinunciabile ad ogni costo

Pongo in risalto l’allucinante protesta degli amanti degli oroscopi, cioè degli amanti delle balle intergalattiche, per aver sostituito l’oroscopo dell’eterno Fox con le notizie della strage in Turchia. Ho fatto delle ricerche e ho appreso con grande gioia che siamo in milioni a protestare contro questa invasione di ciarlatani (sedicenti scienziati) nelle reti RAI. Personalmente non ho nulla in contrario se questi ciarlatani vengono pagati dai padroni delle reti private o dei giornali, ma pagarli coi soldi dei contribuenti è troppo! Ma c’è un aspetto ancora più grave: ospitare sulle reti RAI questi simpatici imbroglioni costituisce una specie di avallo alla superstizione che spesso porta molti cittadini a rivolgersi a veri e propri criminali che li riducono in miseria. Rif. 7919.
Rispondi a questo messaggio